Video. Film turistici sul crollo della scogliera vicino a Dieppe in diretta

Video. Film turistici sul crollo della scogliera vicino a Dieppe in diretta
Video. Film turistici sul crollo della scogliera vicino a Dieppe in diretta
-

Di Maria da Silva
pubblicato su

1 24 maggio alle 11:12

Vedi le mie notizie
Segui le informazioni di Dieppe

Il video dura poco pochi secondi, ma è sufficientemente impressionante per rendersi conto del pericolo. Philippe Barlier, turista in vacanza sul Costa d’alabastro, filmato il crollo di un tratto di scogliera a Veules-les-Roses, vicino a Dieppe (Senna Marittima).

Due scogliere crollano in pochi secondi

Martedì 30 aprile 2024, stava passeggiando sulla spiaggia quando ha assistito alla prima frana. L’uomo poi tira fuori il suo cellulare e filma in diretta un secondo smottamento, questa volta molto più significativo.


Un video che ha pubblicato Youtube e che da allora ha fatto il giro dei social network e dei media. Intervistato da TF1, il padre confida di essere rimasto colpito dal rumore:

È come un respiro, un tremore. Tutti i gabbiani volarono via subito. Ha scioccato anche tutta la natura, non solo me.

Philippe Barlier, turista

Pochi giorni prima, a metà aprile, si era verificata una grave frana anche tra le spiagge di Quiberville e Saint-Aubin-sur-Mer.

Diversi fattori favoriscono questi crolli

Attualmente sono diversi i fattori che favoriscono questi crolli: il riscaldamento globale che provoca l’innalzamento degli oceani, le forti precipitazioni, i venti violenti e le alte maree.

Recentemente con le maree primaverili il mare ha colpito duramente i piedi delle scogliere e con le forti piogge dei giorni scorsi l’acqua continua a defluire dalla sommità provocando frane di gesso.

“Le nostre scogliere sono friabili, non hanno niente a che vedere con quelle di Perros-Guirec in Bretagna, per esempio, o del resto della Francia. Il nostro litorale è specifico della Senna Marittima», ha ricordato nelle nostre colonne il sindaco di Quiberville Jean-François Bloc.

Video: attualmente su Actu

La prevenzione è quindi fondamentale per evitare una tragedia, come quella del 14 agosto 2015 dove a morto il pescatore a piedi a seguito di una frana a Varengeville-sur-Mer.

È quindi vietato camminare sotto le scogliere, ma ad almeno 100 metri dalla loro base.


Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV diversi incontri previsti per questo mercoledì
NEXT circa 600 manifestanti nelle strade di Valencia