Il contadino arrestato a Sonnay sarà processato il 13 maggio presso il tribunale di Vienna per violenza armata contro moglie e figli.

Il contadino arrestato a Sonnay sarà processato il 13 maggio presso il tribunale di Vienna per violenza armata contro moglie e figli.
Il contadino arrestato a Sonnay sarà processato il 13 maggio presso il tribunale di Vienna per violenza armata contro moglie e figli.
-

È stata la moglie a chiamare la polizia. Il contadino 32enne arrestato dal GIGN nella sua casa di Sonnay, nell’Isère, è processato per violenza in stato di ebbrezza con arma da fuoco contro il coniuge e minorenni, ha reso noto la procura di Vienna. Verrà giudicato il 13 maggio.

Ha regalato un incubo alla sua famiglia. E non era la prima volta…

Nella notte tra domenica e lunedì, quest’uomo di 32 anni residente nel comune di Sonnay, a sud di Vienne, si è rifugiato nella sua abitazione. Possedendo diverse armi, minaccia la moglie e i figli con una pistola.

Di fronte a questo scoppio di violenza, il suo compagno ha chiamato la polizia.

La situazione sembra tale che il GIGN si mobilita finalmente per arrestare la moglie, molto ubriaca. Talmente ubriaco che finisce per addormentarsi, è in questo momento che i gendarmi afferrano delicatamente il pazzo.

Preso in custodia di polizia e rinchiuso in una cella per far tornare la sbornia, ammette i fatti e li spiega solo durante l’interrogatorio con il consumo di alcol.

Tuttavia, questa non è la prima volta che aggredisce moglie e figli. È rinomato nel villaggio per i suoi scoppi d’ira.

In quanto recidivo, è posto sotto controllo giudiziario.

Al contadino violento è vietato rientrare nella propria abitazione o al bar.

Gli è inoltre vietato detenere un’arma ed è tenuto a ricevere cure.

Verrà processato dal tribunale di Vienna il 13 maggio.


#French

-

PREV Il clima fresco e umido della scorsa settimana ha ridotto il rischio di incendi in Alberta
NEXT Due sorelle jihadiste condannate a 14 e 18 mesi di carcere a Bellinzona – rts.ch