Sylvain Lautié (Nancy): “Mi dispiace per Roanne”

-

Il positivo? Nonostante l’assenza del suo leader-passeggero DJ Cooper, il Coro ha resistito a Nancy fino alla fine. E Sekou Doumbouya ha disputato un’altra partita XXL con 28 punti incluso un tiro libero 12/15. L’ex prodigio del basket francese punta a 22,4 punti di media e sarebbe il numero 1 del campionato se avesse giocato abbastanza partite (TJ Shorts, in testa alla classifica, è a 15,8 punti).

“Va bene, perdiamo ma siamo pagati per giocare duro e lo abbiamo fatto e lo rifaremo nelle ultime due partite. Facciamo quello che possiamo, abbiamo catturato Nancy. Non ha senso che io sia frustrato e mi metta ulteriore pressione perché ce l’abbiamo già. Lotteremo per le ultime due partite, fino alla fine. Do il massimo per dare il mio contributo alla squadra”, ha insistito dopo la partita, riferisce Le Progrès.

Matematicamente il Coro non è ancora condannato alla Pro B. Ma ci vorrebbe un groviglio di circostanze per uscirne, a cominciare da due vittorie, a Parigi, che non sa più perdere, e contro l’ASVEL in Vacheresse! L’allenatore dello SLUC Sylvain Lautié ha una parola per il suo sfortunato avversario.

“Sapevamo che Roanne non avrebbe dato nulla. Sono triste per Roanne. È un peccato vedere roccaforti del basket francese come Roanne in difficoltà. Sono contrario a questa divisione di 16 club (…). Due partite in meno significano 12.000 persone in meno per il Nancy, 10.000 per il Roanne. Mi dispiace per Roanne.

Segnaliamo che con la vittoria di Blois a Nanterre, il Roanne non è ancora sicuro di evitare il 17° posto, che sarebbe stato fatale anche con un’élite rimasta a 18 club.

#French

-

PREV Il Marocco è stato incoronato destinazione africana per il turismo golfistico nel 2024
NEXT Silda in tournée nella Marna e in tutta la Francia