gli sciatori si rallegrano per le nevicate tardive in Savoia

gli sciatori si rallegrano per le nevicate tardive in Savoia
gli sciatori si rallegrano per le nevicate tardive in Savoia
-

La gente del posto e i vacanzieri approfittano delle recenti nevicate per scendere sulle piste. Tanto da far gioire i gestori delle località di alta montagna, che registrano un aumento delle presenze.

“Una delle migliori nevi della stagione”. Con una temperatura di -15°C a 3000 metri di quota la mattina di domenica 21 aprile e 40 cm di neve caduti negli ultimi giorni, gli sciatori sono tornati sulle piste di Orelle in Savoia.

“La neve è ottima, è fresca, la neve fresca è buona, è magnifica”, esulta uno sciatore. “Incredibile, è magnifico, poi c’è il bel tempo, quindi ne approfittiamo”, dice un altro.

Bel tempo tutta la settimana

Condizioni invernali in primavera, ideali per la valutazione delle località delle Alpi settentrionali. A marzo le presenze stagionali erano già aumentate del 5% rispetto all’inverno scorso, secondo i dati di Jean-Luc Boch, presidente dell’Associazione nazionale dei sindaci delle località di montagna, citati da France Bleu.

“Ci sono soprattutto clienti che vengono in giornata dal versante di Orelle, la porta (del dominio) delle 3 Valli, ma poi con i collegamenti con Val Thorens abbiamo molta gente che rimane lassù durante la settimana quindi abbiamo una buona affluenza”, afferma Frédéric Bonnevie, direttore delle piste del comprensorio di Orelle.

In questa zona il tempo dovrebbe essere ancora favorevole per gli sciatori fino alla fine della settimana, prima di un periodo mite dopo il fine settimana. Altre stazioni sono ancora aperte alla fine di aprile, come le zone di Tignes, La Plagne Montalbert, La Plagne, Peisey-Vallandry e Bonneval sur Arc in Savoia, o anche La Clusaz in Alta Savoia.

Damien Charton con Emilie Roussey

I più letti

-

PREV Senegal: I vantaggi della BRT a vantaggio della transizione ecologica evidenziati da uno studio – VivAfrik
NEXT Musica attuale al college della Corrèze: “È un’esperienza pazzesca!”