“La mia casa è occupata e devo vivere nel mio garage”

“La mia casa è occupata e devo vivere nel mio garage”
“La mia casa è occupata e devo vivere nel mio garage”
-

Le case occupate sono sempre più diffuse in Francia. Noëlle, 69 anni, è uno dei proprietari interessati. Ti diciamo tutto.

La crescente incidenza del fenomeno dell’occupazione abusiva suscita crescente preoccupazione tra i proprietari In Francia. Negli ultimi anni sono stati segnalati numerosi casi di case occupate in tutto il Paese, lasciando i proprietari di casa in situazioni disperate.

Casa occupata: una piaga crescente

La piaga dell’occupazione abusiva sta assumendo dimensioni preoccupanti in Francia, come evidenziato dal Sono 124 le richieste di procedimenti registrate da gennaio 2021. Questo problema ora colpisce tutte le regioni del paese. Sebbene quasi il 75% dei proprietari sia riuscito a recuperare la propria casa grazie a specifiche procedure legali, un quarto dei casi rimane irrisolto.

Queste cifre evidenziano sia la gravità della situazione che le persistenti carenze del sistema legale di fronte a questa crescente piaga. È quindi necessaria un’azione continua per rafforzare la tutela dei proprietari e arginare questo fenomeno in crescita.

Casa occupata: questa signora di 69 anni sta vivendo un vero calvario

Tra i proprietari colpiti da questa piaga c’è Noëlle, una donna di 69 anni la cui casa è stata anch’essa occupata. Proprietaria da trent’anni della sua casa a Lesparrou, villaggio dell’Ariège situato al confine con l’Aude, quest’ultima si è ritrovata affrontare una serie di difficoltà finanziarieS. Nonostante i suoi sforzi per mantenere la sua proprietà, la sua situazione finanziaria si deteriorò. E sfortunatamente, Noëlle è stata costretta ad affittare la sua casa nel 2020 mentre viveva nel suo garage nel tentativo di stabilizzare le sue precarie finanze. Questa scelta, seppur difficile, sembrava offrire uno spiraglio di speranza nella sua precaria situazione economica. Questo per permetterle di “sopravvivere”, come spiega La Dépeche du Midi.

Tuttavia, questa decisione si trasformò rapidamente in un incubo quando gli inquilini smisero di pagare l’affitto pur restando nei locali. Disperato, Noëlle ha tagliato l’elettricità lo scorso dicembre per forzare la loro partenza. Ma questo non fece altro che peggiorare le cose. La muffa ha proliferato all’interno della casa ed è diventata antigenica. In risposta a questo atto, la prefettura gli ha imposto termini rigorosi per effettuare le riparazioni necessarie. Purtroppo, “Non ne ho i mezzi… temo di aver lottato per niente. Avendo fatto tutto ciò affinché alla fine la mia casa fosse confiscata…”spiega il proprietario.

Come recuperare una casa occupata in Francia?

Per recuperare una casa occupata in Francia, il proprietario deve prima confermare l’occupazione illegale. Poi dovrà avviare un’azione legale presentando una denuncia al tribunale competente per chiedere lo sgombero degli occupanti abusivi.

L’autorità giudiziaria interviene per dare esecuzione a questa decisione, consentendo così ai proprietari di riottenere l’accesso alla loro proprietà. Queste procedure possono essere lunghe e complessema costituiscono lo strumento giuridico più comune per risolvere i casi di occupazione di alloggi in Francia.

-

PREV è stata lanciata una richiesta di testimoni
NEXT Il Canada batte la Thailandia 3-1 nel torneo di Volleyball Nations League