“Il MR flirta con l’estrema destra”: il PS di Bruxelles reagisce agli attacchi del MR al progetto esame patente tradotto in 8 lingue

“Il MR flirta con l’estrema destra”: il PS di Bruxelles reagisce agli attacchi del MR al progetto esame patente tradotto in 8 lingue
“Il MR flirta con l’estrema destra”: il PS di Bruxelles reagisce agli attacchi del MR al progetto esame patente tradotto in 8 lingue
-

La proposta ha fatto saltare il MR di Bruxelles. “Sicuramente il comunitarismo ha un solo linguaggio, quello della sinistra”ha commentato David Leisterh, capo del gruppo MR al Parlamento di Bruxelles, su X.

Il gruppo socialista al Parlamento di Bruxelles ha reagito lunedì mattina alla crescente polemica sui social network. Secondo il PS, “il MR di Bruxelles, attraverso il suo presidente, usa la gamba sinistra per rassicurare alcuni candidati della sua lista e la gamba destra per flirtare con l’estrema destra”.

Il gruppo PS esprime la sua “preoccupazioni riguardo alle posizioni del MR di Bruxelles, rappresentato dal suo presidente (David Leisterh). A Bruxelles la coesione sociale non deve essere compromessa da una strategia elettorale”scrive il gruppo socialista in un comunicato stampa, ricordando la proposta di risoluzione del gruppo socialista volta a consentire ai candidati patentati di sostenere le prove “in lingue diverse da quelle attualmente accettate, come prima era possibile con l’ausilio di un interprete durante gli esami teorici e pratici, grazie ad un sistema informatico tradotto nelle otto lingue più usate in Belgio”.

gabbiano

Perché ciò che è possibile in Germania, nei Paesi Bassi, in Francia, Irlanda, Danimarca e anche in Lussemburgo, per aumentare il tasso di occupazione, non sembra possibile per una destra sempre più estrema e che, per compiacere un certo elettorato, non esita a ricorrere alla stigmatizzazione ?

”Il signor Leisterh tiene conto del fatto che secondo la Federazione belga degli operatori di autobus (FBAA) in Belgio ci sono quasi 5.000 posti di autista di camion o addirittura 150 posti di autista nel trasporto scolastico, mettendoli così in pericolo? servizi di scuolabus? Come può rifiutare una soluzione concreta che migliorerebbe la vita dei cittadini di Bruxelles? È semplicemente per compiacere il suo Presidente? si chiede il leader del gruppo socialista, Ridouane Chahid. “Perché ciò che è possibile in Germania, nei Paesi Bassi, in Francia, Irlanda, Danimarca e anche in Lussemburgo, per aumentare il tasso di occupazione, non sembra possibile per una destra sempre più estrema e che, per compiacere un certo elettorato, non esita a ricorrere alla stigmatizzazione ? Sostenere l’esame di guida nella tua lingua madre non ti esime dall’imparare la lingua del Paese.”

Il PS ricorda che un gran numero di residenti, di diversa estrazione, non padroneggiano il francese, l’olandese e nemmeno l’inglese, il che costituisce un grosso ostacolo per ottenere la patente di guida.

”L’impossibilità di sostenere l’esame teorico della patente in una lingua diversa da quelle attualmente consentite è tanto più paradossale in quanto, per alcune categorie di persone, il possesso della patente è essenziale per un loro rapido inserimento nel mercato del lavoro. Questa restrizione ha ripercussioni significative sull’integrazione sociale e professionale delle persone che non padroneggiano le lingue autorizzate. Si tratta di giustizia sociale”, aggiunge nello stesso comunicato il deputato Ibrahim Dönmez, all’origine della proposta di risoluzione, con Sevket Temiz e Hasan Koyuncu.

I socialisti assicurano che manterranno il loro impegno su questa proposta “,convinti del suo impatto positivo per Bruxelles e tutti i suoi abitanti”.

gabbiano

Dire che stiamo flirtando con l’estrema destra perché riteniamo utile parlare una lingua nazionale, mentre loro votano con il PTB da due settimane, dobbiamo osare”.

“Dire che flirtiamo con l’estrema destra perché riteniamo utile parlare una lingua nazionale, mentre loro votano con il PTB da due settimane, dobbiamo osare”, ha insistito reagendo David Leisterh, ricordando essenzialmente il voto congiunto PS-Ecolo-PTB sul decreto paesaggio.

La maggioranza alternativa PS-Eco-PTB, atto fondativo dei governi di sinistra dopo le elezioni? “Un’alleanza di circostanza, niente di più…

Lo scorso settembre, Ridouane Chahid aveva già espresso le sue riserve sull’opportunità di governare con i liberali francofoni nella Regione di Bruxelles-Capitale, a causa di un discorso già giudicato “discorso vicino all’estrema destra”.

“Se il MR continua ad avere un discorso vicino all’estrema destra, sarà complicato governare con loro”

A un mese e mezzo dalle elezioni la tensione tra PS e MR si fa sempre più intensa a Bruxelles, mentre in diversi sondaggi prevalgono i liberali. I liberali di Bruxelles, in un modo senza precedenti, hanno incluso nella loro lista anche un gran numero di candidati di diversa estrazione, con la strategia dichiarata di cercare di convincere gli elettori socialisti a rivolgersi al MR.

Le poche settimane prima delle elezioni del 9 giugno promettono di essere pugnalate tra PS e MR.

-

PREV Mondiale: il Canada evita la trappola svizzera
NEXT Calcio. Normandia. Gaëtan Hardouin (Tourlaville) e Christophe Gosselin (Équeurdreville) in partenza