Il Lione surclassa il Valenciennes e arriva in finale

Il Lione surclassa il Valenciennes e arriva in finale
Descriptive text here
-

I lionesi hanno convalidato il loro biglietto per la finale della Coupe de France dominando il Valenciennes (3-0).

Scosso nel primo periodo, il Lione si è qualificato martedì alla finale di Coppa di Francia 3-0 a spese del Valenciennes, ultimo in Ligue 2, con una doppietta di Alexandre Lacazette al termine di una partita segnata da probabili polemiche giornalistiche sull’arbitraggio. e VAR.

È stato un gol del capitano del Lione a portare in vantaggio l’Olympique Lyonnais al 51′ su rigore concesso per un fallo commesso su se stesso da Joffrey Cuffaut.

L’arbitro Stéphanie Frappart è andata a verificare sullo schermo la validità della sua decisione prima di confermarla, nonostante le proteste dei valenciennesi.

Questo gol ha ovviamente condizionato il resto mentre il Valenciennes aveva resistito fino a quel momento senza troppe difficoltà.

Nel primo periodo, la Frappart non aveva visto un fallo apparentemente evidente di Anthony Knockaert sull’irlandese Jake O’Brien prima che Ckene Doucouré segnasse un gol per il VA, definitivamente invalidato dopo l’intervento del video assist (38).

– Doppio di Lacazette –

Lacazette, tuttavia, porta rapidamente il punteggio sul 2-0 con un tiro fondamentale su passaggio di Saïd Benrahma (57esimo) interrompendo così ogni suspense per l’ultimo terzo della partita, più facilmente controllabile dai residenti del Rodano.

Soprattutto da quando Gift Orban ha aggiunto un terzo gol rilevando facilmente un cross di Rayan Cherki quando i due giocatori erano appena entrati in gioco (76esimo).

Il Lione, che temeva questo pareggio apparentemente facile contro una squadra destinata a retrocedere in Nazionale (3a div.), con solo due vittorie in trenta giorni (11 pareggi), non ha molto di cui vantarsi su questa qualificazione ma non se lo ricorderà, ovviamente questo il risultato che la manda per la nona volta nella sua storia alla finale dell’evento.

Il club del Rodano ne ha vinte cinque, l’ultima delle quali ha giocato nel 2012 contro il Quevilly, club della Nazionale (3a divisione).

I giocatori di Pierre Sage, probabilmente tesi dalla pressione, hanno dominato a lungo in maniera sterile, mostrandosi poco pericolosi prima dell’intervallo, a causa della scarsa profondità di gioco.

Leggi ancheCoupe de France: i tifosi dell’OL invadono il campo dopo la qualificazione della loro squadra

Un tentativo troppo debole di Benrahma (7), un cross mancato di Nicolas Tagliafico caduto sul palo (11), un colpo di testa di Duje Caleta-Car fuori porta su calcio d’angolo (14), e infine un tiro di Ernest Nuamah che è arrivato vicini alla cifra (26), sono state le uniche azioni pericolose dei lionesi.

È stato poco per un primo tempo molto deludente da parte degli abitanti del Rodano, nonostante fossero assistiti da 57.000 spettatori.

E al fischio finale, i tifosi potrebbero ancora esultare invadendo il campo per mostrare la loro gioia di vedere la propria squadra in finale dopo averla vista così vicina alla Ligue 2 a novembre.

Vincere l’evento è ora probabilmente l’ultima possibilità per il Lyonnais, 10° in Ligue 1, dopo essere stato l’ultimo per molto tempo, di qualificarsi per una Coppa dei Campioni a fine stagione.

Nella finale, il 25 maggio a Lille, il Lione affronterà il Paris Saint-Germain, battuto nel 2008 per l’unica doppietta di coppe della sua storia, o il Rennes, i due club che si affronteranno mercoledì al Parc des Princes (ore 21:10) nell’altra semifinale.

-

PREV “La figlia di un’amica è rimasta sfregiata e i suoi genitori non hanno visto nulla”: i motociclisti della Charente si mobilitano contro il bullismo a scuola
NEXT “Grazie alle nostre temperature miti, può sopravvivere allo stato selvatico”