Operazioni di cataratta alle Cliniche Bellevue | Il PLQ richiede verifiche al Collegio dei Medici

Operazioni di cataratta alle Cliniche Bellevue | Il PLQ richiede verifiche al Collegio dei Medici
Operazioni di cataratta alle Cliniche Bellevue | Il PLQ richiede verifiche al Collegio dei Medici
-

L’opposizione ufficiale dell’Assemblea nazionale chiede al Collegio dei medici di esaminare le procedure ritenute “non necessarie” eseguite presso le Cliniche Bellevue. Per l’ufficio del ministro della Salute, Christian Dubé, i fatti riportati nel rapporto La stampa “sollevare domande”.


Inserito alle 15:35

“Chiediamo al Collegio dei Medici di esaminare il caso specifico della clinica per capire perché si utilizzano procedure mediche ritenute “bizzarre, inspiegabili o rischiose” secondo diversi esperti”, ha dichiarato lunedì André Fortin, portavoce della questione. .salute per il Partito Liberale.

La stampa ha riferito lunedì che Cliniques Bellevue, uno dei più grandi gruppi di cliniche oftalmologiche del Quebec, esegue procedure ritenute “superflue e inutili”, secondo gli specialisti del settore consultati da La stampa. Queste procedure aggiungono diverse migliaia di dollari ai pazienti sottoposti a chirurgia refrattiva della cataratta.

“La triste realtà è che le liste d’attesa chirurgiche sono troppo lunghe e con il CAQ sono solo diventate più lunghe. Gli abitanti del Quebec si rivolgono quindi sempre più a cliniche private come queste”, ha aggiunto il signor Fortin.

--

L’ufficio del ministro della Salute, Christian Dubé, si dice da parte sua “molto empatico nei confronti della situazione vissuta. » «I fatti riportati sollevano infatti interrogativi. Ogni operatore sanitario deve mettere al primo posto le esigenze dei pazienti. Se i pazienti ritengono che le cure ricevute non abbiano soddisfatto la qualità attesa, sono invitati a presentare reclamo direttamente alle autorità interessate. Se saranno necessari controlli, verranno effettuati. »

“Pazienti ingannati e impotenti”

Per il portavoce della sanità del Parti Québécois, Joël Arseneau, il rapporto “solleva questioni etiche e professionali, oltre a evidenziare l’assenza di un sistema di reclamo efficace nei confronti delle cliniche private. » “Qui vediamo non solo che i costi sono proibitivi, ma che possono essere state prescritte ed eseguite procedure non necessarie o addirittura dannose”, afferma.

Il deputato di Rosemont e leader solidale in materia sanitaria, Vincent Marissal, ritiene che “la privatizzazione dell’assistenza sanitaria tollerata e persino incoraggiata dal governo porta inevitabilmente ad abusi di questo tipo e lascia i pazienti ingannati e impotenti. » «Il minimo che il Ministro della Salute possa fare è garantire che le cliniche private rispettino le migliori pratiche e proibiscano fatturazioni abusive. »

Lo conferma il Collegio dei Medici La stampa dopo aver letto il rapporto. “All’interno di un ordine professionale, le indagini vengono svolte dall’Ufficio del Sindaco e sono riservate. Pertanto, non posso né confermare né negare se l’ufficio del sindaco sta indagando”, ha detto via e-mail Leslie Labranche, consulente senior per le relazioni con i media.

-

-

PREV Ecco i 20 signori della droga che si esibiscono a Dubai mentre il Belgio li dà la caccia invano: “El Presidente”, “Dikke Nordin”, “Piwi”…
NEXT il re delle foreste ancestrali, l’orso » ARRENS-MARSOUS Arrens-Marsous venerdì 1 dicembre 2023