“Io sono quello che ripara i libri”

“Io sono quello che ripara i libri”
“Io sono quello che ripara i libri”
-

Autodidatta, perfezionista e appassionato, colui che si evolve oggi in questo piccolo mondo a parte è nato a Bordeaux Caudéran 50 anni fa. Il giovane Daniel prese in considerazione una carriera all’aperto, ma alla fine si dedicò a un apprendistato come tipografo. La professione di modellista gli interessa ma il posto preso, lo diventa operatore della macchina offset (su un Heidleberg). Poi, con un maestro compagno, realizza stampe di lusso, dorate con oro zecchino: etichette di vino, biglietti da visita, inviti… Un problema di perdita dell’udito, dovuto al rumore delle macchine, lo costringe a fermarsi e lo spinge a riprendere gli studi. Si iscrive ad una BTS ad indirizzo informatico ma, per motivi personali, non prosegue questo percorso, che era in forte espansione ma molto competitivo, per poi vivere un periodo di disoccupazione.

“Quando la fortuna ti sorride, devi saperla cogliere!” Quel giorno sono andato al CIJA per vedere le offerte di lavoro. C’erano delle offerte scadute nel carrello ma ho comunque risposto ad un’offerta per un assistente di rilegatura presso la biblioteca dell’Università di Bordeaux IV. Contro ogni aspettativa, presi appuntamento quello stesso pomeriggio. Avevo trascurato di inserire la mia esperienza di stampa nel mio CV, ma il colloquio mi ha portato a un lavoro… il lunedì successivo! Perciò Mi sono iscritto all’università nel 1996 », confida Daniel Gourdé, sempre commosso e divertito dall’aneddoto.

-

PREV In questo paese, per curare i loro pazienti, i medici prescrivono loro… libri – Edizione serale Ouest-France
NEXT Il caso Treblinka. 1966, di Samuel Moyn: essere ebrei a Treblinka