“Kairos” di Jenny Erpenbeck vince l’International Booker Prize

“Kairos” di Jenny Erpenbeck vince l’International Booker Prize
“Kairos” di Jenny Erpenbeck vince l’International Booker Prize
-

Il libro “Kairos”, della scrittrice berlinese Jenny Erpenbeck, ha vinto martedì sera l’International Booker Prize per il miglior romanzo tradotto in inglese, che per la prima volta premia un autore tedesco.

Il romanzo ripercorre la relazione romantica distruttiva tra una giovane donna e un uomo più anziano nella Berlino Est degli anni ’80, sullo sfondo dell’idealismo schiacciato dell’ex Germania dell’Est.

“La caduta del muro di Berlino è un’idea di liberazione”, ha risposto Jenny Erpenbeck, citata in un comunicato stampa. “E quello che mi interessava è che questa liberazione non è l’unica cosa che si può raccontare in una storia del genere”, ha aggiunto, “ci sono anni prima e anni dopo”.

Presentato alla Tate Modern di Londra, il premio di 50.000 sterline (58.500 euro) è diviso tra l’autrice e il suo traduttore Michael Hofman, il primo uomo a essere così insignito dal 2016, quando il premio ha assunto la forma attuale.

La presidente della giuria, Eleanor Watchel, ha elogiato una “prosa luminosa” in cui la scrittrice evoca “la complessità di un rapporto tra un giovane studente e uno scrittore più anziano, seguendo le tensioni e i capovolgimenti quotidiani che segnano la loro intimità”.

L’anno scorso l’International Booker Prize è stato assegnato al bulgaro Georgi Gospodinov per “Time Shelter”, che porta il lettore in una clinica del passato per pazienti affetti da morbo di Alzheimer presa d’assalto da persone che desiderano sfuggire agli orrori della vita moderna.

spe/ogm/mm

-

PREV Fantascienza: Il Ministero del Futuro di Kim Stanley Robinson, un libro essenziale! -ActuSF
NEXT IL PREMIO BEACH BOOK 2024 VA A SIMONETTA GREGGIO PER IL SUO ROMANZO “LE MIE NOTTI SENZA BARDOT”