Leggiamo “La neve non cade d’inverno”, ultimo romanzo di Bruno Combes

Leggiamo “La neve non cade d’inverno”, ultimo romanzo di Bruno Combes
Descriptive text here
-

Holly Goli, scrittrice di libri e collaboratrice del gruppo di lettura 20 Minutes Books, consiglia “La neve non cade in inverno” di Bruno Combes, pubblicato il 25 aprile 2024 da Éditions Michel Lafon.

La sua citazione preferita:

Vedi, gli alberi sono come gli esseri umani, nascono, crescono e muoiono. Se non li sfruttiamo prima che si ammalino, possono contaminare i loro vicini più prossimi, e così via. Intere foreste possono essere distrutte se diverse specie non vengono gestite adeguatamente. » »

Perché questo libro?

  • Perché Bruno Combes era un autore molto atteso ogni anno. Da “Solo se lo vuoi…”, si è distinto sulla scena letteraria con la sua penna sensibile che dipinge i tormenti e le emozioni dell’animo dei suoi personaggi. Questo romanzo ha un sapore speciale perché sarà il suo ultimo: ci ha lasciato improvvisamente il 13 aprile, pochi giorni prima dell’uscita del libro nelle librerie.
  • Perché questo romanzo è un successo grazie ai personaggi creato. Abbiamo Valentine, una giovane laureata, che intraprende un’avventura per trovare un senso alla sua vita e che, in seguito a una tempesta di neve, incontra Constance, una libraia in pensione. Insieme impareranno a conoscersi e a condividere momenti di vita che li segneranno per sempre.
  • Perché i temi e i paesaggi sono magnifici. La storia inizia nelle Cévennes e continua attraverso i paesi visitati da Valentine. Nonostante la neve, veniamo trasportati in questo piccolo villaggio sperduto e nei suoi abitanti come se non fossimo lì. Il tema della trasmissione generazionale o anche della famiglia e dell’amicizia hanno un posto importante in questa storia. Il legame tra Valentine e Constance è bello e forte, persino stimolante.
  • Perché la penna di Bruno Combes è ancora più bella che mai e avvincente. È difficile mettere da parte il romanzo prima di conoscerne la fine, eppure vogliamo che duri perché sappiamo che questa è l’ultima volta che leggeremo Bruno Combes. Sentiamo tutto l’amore e il desiderio di condividere con noi qualcosa che gli sta a cuore.

L’essenziale in 2 minuti

La trama. Dopo aver studiato psicologia, Valentine parte per un viaggio iniziatico intorno al mondo. Non si aspettava di ritrovarsi bloccata da una tempesta di neve nelle Cévennes. Trova rifugio presso Constance, una libraia in pensione e insieme impareranno a scoprirsi.

Caratteri. Valentine e Constance ma anche le rispettive famiglie e infine Julien, un giovane che aiuta Constance e che creerà un forte legame con Valentine.

Luoghi. Il romanzo è ambientato nelle Cévennes ma anche negli Stati Uniti e in Spagna, tra gli altri, paesi visitati da Valentine durante il suo viaggio.

Il tempo. La storia è ambientata ai nostri tempi.

L’autore. Bruno Combes non ha eguali quando si tratta di decifrare con una penna giusta e sensibile i tormenti e le emozioni dell’animo umano attraverso personaggi accattivanti. Ciascuno dei suoi romanzi è stato un successo e “La neve non cade d’inverno” è il suo ultimo romanzo.

Questo libro è stato letto con affetto, tristezza e nostalgia. Questo ultimo romanzo di Bruno Combes è toccante per i suoi personaggi che stringono forti legami tra loro. Un viaggio nel cuore delle Cévennes, “la parte degli angeli” che dimostra che correre “solo dietro ai propri sogni” è possibile perché “ci sarà sempre una strada” per ritrovare se stessi.

Per acquistare questo libro su Amazon

clicca qui

Vorresti consigliare un libro che ti è piaciuto particolarmente? Unisciti alla nostra community cliccando qui

-

PREV “Un fantasma in gola” di Doireann Ní Ghríofa è un gioiello!
NEXT Il Regno di Kensuké, lo spettacolo tratto dal libro da scoprire quest’estate