Dordogna: Denis Nidos cattura la Cina pre-Covid in un libro

Dordogna: Denis Nidos cattura la Cina pre-Covid in un libro
Descriptive text here
-
Denis Nidos ha avuto l’opportunità di fotografare la Cina durante le diverse edizioni dei Gourmand Awards.
Remi Philippon

Famoso fotografo del Périgourdins, Denis Nidos ha appena pubblicato con Jean-Yves Bardin il libro “Viaggio fotografico nel cuore della Cina”. Un’opera che immortala il Regno di Mezzo nei sei anni precedenti la comparsa del Covid.

“Potrebbero essersi incrociati in Francia, si sono incontrati in Cina. » È quanto bisogna ricordare dall’introduzione al libro “Viaggio fotografico nel cuore della Cina” dei fotografi Denis Nidos e Jean-Yves Bardin, disponibile per una settimana nelle librerie (edizioni Fervel, 35 euro). Insieme, Denis Nidos, figlio del Périgord, e Angevin Jean-Yves Bardin, offrono un riassunto di sei anni di viaggio in Cina poco prima dell’arrivo del Covid.

È stato a margine dei Gourmand Awards, concorso ideato da Édouard Cointreau, che premia ogni anno i migliori libri di cucina del mondo, che i due colleghi si sono incontrati in Cina. È qui che è iniziata l’alchimia. Il procedimento è sempre lo stesso, i due fotografi escono dalla loro camera d’albergo, salgono sul primo taxi che incontrano, vagano senza meta e si fermano quando i loro occhi si agganciano. “Quando abbiamo finito saliamo su un nuovo taxi e poi torniamo in albergo”, ride Denis Nidos. Un incontro che si è rinnovato fino all’arrivo della pandemia globale, ogni volta in una città diversa.

Dittici ragionanti

Poi il Covid ha rimescolato le carte ai fotografi che hanno deciso di utilizzare finalmente il materiale catturato durante le loro avventure. “Ci siamo detti che c’era qualcosa di interessante da fare in questo periodo pre-covid”, continua il Périgourdin. Così i due amici hanno intrapreso ciascuno una meticolosa fase di cernita che prevedeva un vincolo: ogni foto dell’uno doveva riecheggiare la foto dell’altro. Senza dubbio è qui la profondità di “Viaggio fotografico nel cuore della Cina”: scopriamo per la prima volta una fotografia, poi la sua controparte e infine nel dittico si instaura il dialogo. Le relazioni sono così intessute, a volte visive, tematiche o divertenti.

Per la prima volta dalla pandemia, il duo tornerà in Cina a fine anno per la 30esima edizione dei Gourmand Awards. L’occasione per riprendere da dove si era interrotto e scoprire il Paese post-Covid. “Potrebbe non esserci un nuovo libro, l’idea non è fare per il gusto di fare. Ci deve essere il materiale. » In Cina avranno anche l’opportunità di presentare il proprio lavoro nell’ambito del concorso. “Ci piacerebbe anche poter esporre nel Périgord o altrove in Francia”, conclude Denis Nidos.

Mathis aerei

-

PREV Le miniZinvestigazioni On the Run: prezzo, recensioni
NEXT Libro: Dietro gli atleti, i genitori hanno un ruolo da svolgere