Può la libreria Au café des livres di Léguevin scomparire?

-

Dopo nove anni di esistenza, la libreria indipendente Al caffè del libro sta attualmente attraversando un periodo difficile che potrebbe mettere a repentaglio il suo futuro a breve termine.

Inaugurata nell’agosto 2015 a Léguevin, la libreria generale Al caffè del libro ha lavorato duramente per offrire ai suoi lettori (a livello locale e ben oltre) il meglio di romanzi, libri per bambini e fumetti. Decine di incontri con autori, eventi, partecipazioni a festival e molti altri eventi hanno contribuito a rendere la libreria Au Café des Livres una libreria di riferimento ancorata alla vita locale.

Successo e riconoscimento ci sono.

Tuttavia, con le presenze in calo, la nostra situazione non è mai stata così precaria. Da 9 anni infatti attraversiamo numerose crisi (crisi sanitaria, crisi sociale, ecc.) che ci portano ad accumulare passività che gravano pesantemente sulle nostre liquidità e che ci è impossibile liquidare in brevissimo tempo.

Per molti mesi, abbiamo lavorato per ripulire la situazione riducendo il nostro fondo (un rubacuori), riducendo i nostri dipendenti, riducendo i nostri ordini e il nostro reddito. L’energia e l’entusiasmo sono intatti, ma questo non basta.

#[pub-1]

Le attuali tensioni economiche (costi di trasporto, crisi della carta, aumento dell’inflazione, ecc.) non ci consentono di compensare le nostre passività esclusivamente con la nostra attività. Ci vorrebbe una rinnovata attività attraverso la presenza di tutti e una grande solidarietà per poter superare questo traguardo.

È questo paradosso che ci porta a chiedere il vostro sostegno per continuare questa meravigliosa avventura iniziata insieme 9 anni fa.

Continuare, oggi ci servono 8000€

Per superare questo difficile traguardo, dobbiamo assolutamente azzerare le passività accumulate a partire dalla crisi sanitaria del 2020. I fondi raccolti verranno quindi utilizzati principalmente per recuperare il ritardo sugli affitti e pagare le scadenze con i nostri fornitori, in particolare i distributori e gli editori che ci hanno sostenuto negli ultimi mesi ma per i quali anche la situazione è diventata molto tesa.

Ci servono 5.000 € per ripulire finalmente i rapporti con i nostri fornitori e sbloccare i nostri conti in modo sostenibile (ci sono state molte incertezze negli ultimi mesi e non possiamo continuare così, limita la nostra attività, allunga i termini per ordina e penalizza i nostri clienti).

Con altri 3.000 euro riusciamo a recuperare gli arretrati dell’affitto e a mantenerci il nostro bellissimo locale leguevinois. E riusciamo a mettere in sicurezza le nostre attività, a rilanciare gli incontri e gli eventi d’autore nelle librerie, a sostenere e accogliere adeguatamente gli autori e gli editori che si fidano di noi e che vogliamo presentarvi…

#[pub-2]

Qualunque sia l’importo, tutte le vostre donazioni saranno preziose per noi. Sono anche la prova dell’interesse che hai per il nostro progetto e il nostro approccio e ti siamo già infinitamente grati. Le donazioni possono arrivare da voi, dai vostri amici, dai vostri genitori ma forse anche dalle vostre aziende tramite i loro sistemi di sponsorizzazione o dalle vostre amministrazioni e associazioni tramite sussidi.

Le donazioni possono essere effettuate a questo indirizzo.

Fotografie: Libreria Al caffè del libroin Léguevin (Al caffè del libro)

-

PREV Focus su “La fuga di Adèle” di Nicolas Rogès, un libro divertente e tenero sulla vecchiaia
NEXT Elenco delle opere finaliste del premio “Il Gusto della Scienza”.