Nigeria: aperta un’indagine speciale sulla morte di una star dell’afrobeat

Nigeria: aperta un’indagine speciale sulla morte di una star dell’afrobeat
Nigeria: aperta un’indagine speciale sulla morte di una star dell’afrobeat
-

Mohbad, il cui vero nome è Ilerioluwa Oladimeji Aloba, autore di canzoni di successo come “Feel good”, è morto a Lagos il 12 settembre all’età di 27 anni, lo hanno annunciato mercoledì i suoi parenti sul suo account Instagram (seguito da 2 milioni di persone).

Le circostanze ancora poco chiare della sua morte hanno provocato un’ondata di commozione e indignazione in Nigeria, dove il cantante è molto popolare, ma anche perché numerosi video e testimonianze secondo cui sarebbe stato molestato e minacciato fisicamente per mesi da personaggi della potente industria musicale, sono apparsi social network inondati.

In questo contesto, la polizia di Stato di Lagos ha annunciato lunedì di aver formato una squadra di una decina di persone per condurre “un’indagine equa e trasparente” durante una conferenza stampa.

Leggi anche: Nigeria: il musicista Seun Kuti arrestato per aver aggredito un agente di polizia

“Tutti i fatti, e in particolare i video” saranno esaminati, e “qualsiasi persona collegata” alla sua morte “sarà identificata”, ha assicurato il comandante della polizia di Lagos, Idowu Owohunwa, che ha parlato insieme ai genitori del defunto.

L’indagine è stata affidata al dipartimento incaricato degli affari penali e la polizia ha affermato di non poter escludere una riesumazione del corpo per effettuare l’autopsia.

La carriera di Mohbad è decollata nel 2019, dopo aver firmato il contratto con la potente etichetta discografica “Marlian music” della famosa rapper Naira Marley (7 milioni di abbonati su Instagram).

Ma la loro collaborazione si è conclusa nel 2022 dopo forti tensioni.

-

Negli ultimi giorni molti fan hanno accusato il rapper e le sue squadre di avere un legame con la morte di Mohbad, in particolare attraverso una petizione online che ha raccolto più di 250.000 firmatari.

-

Queste accuse sono state accantonate in un comunicato stampa del rapper che si è detto devastato dalla morte di “un fratello” e di un “amico”.

Leggi anche: A Lagos, l’artista Fred Ebami porta la Pop art in Africa

Il capo dell’etichetta ha ammesso che “nonostante i disaccordi”, non gli è mai stato “augurato” alcun male.

Ha anche chiesto un’indagine e ha messo in guardia “la comunità online” dalla diffusione di “accuse dannose”.

L’afrobeat, un genere musicale nato negli anni 2000 in Nigeria, ha conquistato l’intero pianeta negli ultimi anni, con alcune delle sue star che hanno vinto Grammy o hanno riempito le più grandi sale da concerto d’Europa e del Nord America.

Di Le360 Africa (con AFP)

19/09/2023 alle 12:23

-

-

PREV Il Niger riceve la delegazione russa e conclude due missioni di sicurezza dell’UE
NEXT Ex ambasciatore americano accusato di spionaggio a favore di Cuba per più di 40 anni – 12/04/2023 alle 23:12