Il nuovo primo ministro britannico Keir Starmer promette di “ricostruire” il suo Paese

Il nuovo primo ministro britannico Keir Starmer promette di “ricostruire” il suo Paese
Il nuovo primo ministro britannico Keir Starmer promette di “ricostruire” il suo Paese
-

Il nuovo primo ministro Keir Starmer promette di “ricostruire” il suo Paese

Venerdì il laburista Keir Starmer, il nuovo primo ministro britannico, ha voluto incarnare un’immagine di cambiamento e serietà.

Pubblicato oggi alle 1:43 Aggiornato 8 minuti fa

Iscriviti ora e goditi la funzione di riproduzione audio.

BotTalk

Il nuovo primo ministro britannico Keir Starmer ha annunciato venerdì la composizione del suo governo dopo aver promesso di “ricostruire” il Regno Unito, la cui pagina politica sta voltando pagina con il ritorno al potere dei laburisti.

Questa è la prima volta dal 2010 che il Labour (centrosinistra) guiderà il paese, dopo 14 anni di governi conservatori e una serie di crisi: austerità, Brexit, prezzi alle stelle e persino un valzer di primi ministri.

«Nous reconstruirons» le Royaume-Uni, a déclaré Keir Starmer, 61 ans, sur le perron du 10, Downing Street, après avoir été chargé par le roi Charles III de former un gouvernement, dont la composition a été dévoilée dans l’après -Mezzogiorno.

Personalità atipiche del campo e donne alle massime responsabilità, la nuova squadra al potere, “al servizio” degli inglesi, illustra il cambiamento che Keir Starmer vuole incarnare e l’immagine di serietà che vuole proiettare.

Radiante

Numero due del nuovo governo, il vice primo ministro incaricato dell’edilizia abitativa Angela Rayner, 44 anni, proveniente da un contesto molto svantaggiato e che ha lasciato la scuola a 16 anni, si distingue particolarmente nel panorama politico britannico.

L’ex economista della Banca d’Inghilterra Rachel Reeves, popolare negli ambienti economici, diventa la prima donna a ricoprire la carica di ministro delle Finanze nel Regno Unito. Agli Esteri è assegnato David Lammy, un discendente di schiavi che ha saputo essere molto critico in passato nei confronti dell’ex presidente Usa Donald Trump.

Arrivando raggiante a Downing Street, Keir Starmer, ex avvocato per i diritti umani, ha promesso di lottare “giorno dopo giorno” per “unificare” il suo Paese e affinché gli inglesi possano credere ancora una volta in un futuro migliore per i loro figli, citando l’istruzione e alloggi.

Di fronte “alle sfide di un mondo precario”, si è impegnato per una “ricostruzione calma e paziente”. “Il nostro lavoro è urgente e lo iniziamo oggi”, ha aggiunto. “Non prometto che sarà facile. Non basta premere un pulsante per cambiare un Paese”, ha avvertito quando è stato annunciato il suo successo elettorale.

Tanto più che l’ondata laburista non nasconde la scarsa popolarità del nuovo primo ministro e il fatto che la vittoria è stata ottenuta raccogliendo solo un terzo dei voti o che i seggi sono stati persi a causa della posizione dei laburisti sul conflitto nella Striscia di Gaza.

«Segnale chiaro»

Secondo i risultati quasi completi, il Labour ha ottenuto 412 seggi, ben oltre la soglia dei 326 per ottenere la maggioranza assoluta alla Camera dei Comuni. Questo è appena sotto il punteggio storico di Tony Blair nel 1997 (418). Il Partito conservatore, dal canto suo, è ridotto a 121 deputati rispetto ai 365 di cinque anni fa, la peggiore sconfitta da un secolo. Diversi pesi massimi di questa formazione furono battuti.

«Vous avez envoyé le signal clair que le gouvernement du Royaume-Uni doit changer et votre jugement est le seul qui compte», a déclaré aux Britanniques Rishi Sunak dans son dernier discours en tant que chef du gouvernement après 20 mois au pouvoir, se disant “scusate”.

Tra i primi incontri che attendono Keir Starmer, il vertice del 75esimo anniversario della Nato, la prossima settimana a Washington. Lo sa: non ci sarà la luna di miele.

Venerdì, in una conversazione con Joe Biden, ha assicurato quest’ultimo del “incrollabile” sostegno britannico all’Ucraina. Sostegno al suo Paese per il quale il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha ringraziato, anche al telefono.

“Attendo con impazienza il nostro lavoro insieme per promuovere la libertà e la democrazia in tutto il mondo e per rafforzare il rapporto speciale tra i nostri due paesi”, ha scritto in precedenza il presidente degli Stati Uniti su X.

Ha parlato anche con la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. Hanno “sottolineato l’importanza della relazione unica tra il Regno Unito e l’UE” nell’affrontare le “sfide” condivise.

Dopo “questi ultimi mesi e anni difficili”, Ramsey Sargent, 49 anni, non vede l’ora di “vedere cosa accadrà”. Abdul Muqtvar, 40 anni, ha detto che “sarà interessante vedere come se la caverà il Labour”.

Keir Starmer, entrato in politica solo nove anni fa, durante tutta la campagna elettorale ha promesso il ritorno della “stabilità” e della “serietà”, con una gestione molto rigorosa della spesa pubblica. Il futuro governo dovrà fare “scelte difficili” di fronte “alla portata della sfida”, ha avvertito Rachel Reeves.

Senza tornare alla Brexit

Keir Starmer promette di trasformare il Regno Unito mentre, senza remore, ha raddrizzato il Labour dopo essere succeduto all’estrema sinistra Jeremy Corbyn nel 2020, rifocalizzando il partito sul piano economico e lottando contro l’antisemitismo.

Dice di voler rilanciare la crescita, ripristinare i servizi pubblici, rafforzare i diritti dei lavoratori, ridurre l’immigrazione e avvicinare il Regno Unito all’Unione Europea – senza tornare alla Brexit, argomento tabù della campagna.

In questo Parlamento completamente ridisegnato, i liberaldemocratici (centristi) tornano ad essere la terza forza, con 71 deputati, un record. In un grande sconvolgimento, il partito anti-immigrazione e anti-sistema Reform UK è entrato con cinque parlamentari, incluso il suo leader, la figura di estrema destra Nigel Farage.

In Scozia, l’indipendente Partito Nazionale Scozzese ha resistito solo in nove dei 57 collegi elettorali. I Verdi ottengono quattro seggi, rispetto a uno solo in precedenza, in una Camera dei Comuni che avrà un numero record di almeno 261 donne, rispetto alle 220 del 2019.

Notiziario

“Ultime notizie”

Vuoi restare aggiornato sulle novità? “24 Heures” ti propone due appuntamenti al giorno, direttamente nella tua casella di posta elettronica. Per non perderti nulla di ciò che accade nel tuo Cantone, in Svizzera o nel mondo.

Altre newsletter

Per accedere

AFP

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

0 commenti

-

PREV Bernie Sanders, figura della sinistra americana, chiede di mantenere Biden come candidato
NEXT la polizia scopre corpi mutilati in una discarica