“Ho fatto un casino”: Biden lotta per mantenere viva la sua candidatura alle presidenziali americane del 2024

“Ho fatto un casino”: Biden lotta per mantenere viva la sua candidatura alle presidenziali americane del 2024
“Ho fatto un casino”: Biden lotta per mantenere viva la sua candidatura alle presidenziali americane del 2024
-

Il presidente 81enne “non intende assolutamente” gettare la spugna, ha detto la sua portavoce Karine Jean-Pierre, quasi una settimana dopo una performance disastrosa durante il dibattito con Donald Trump.

“Ho fatto un errore”, ha ammesso il principale interessato in un’intervista ad una radio locale del Wisconsin (nord), che dovrebbe essere trasmessa integralmente giovedì.

“Sarò in gara fino alla fine e vinceremo”, ha assicurato durante una teleconferenza destinata a rimotivare le sue squadre in campagna, secondo una fonte vicina.

Secondo un anonimo “forte alleato”, Joe Biden starebbe pensando di ritirarsi dalla corsa presidenziale, il portavoce di quest’ultimo reagisce!

Un membro democratico della Camera dei Rappresentanti, Raul Grijalva (Arizona), è stato il secondo a chiedere apertamente a Joe Biden di “uscire dalla corsa”, in un’intervista al New York Times.

Questi appelli non hanno finora trovato sostegno tra i pesi massimi del partito, in particolare tra i governatori democratici, figure influenti nella vita politica americana, con i quali Joe Biden ha iniziato un incontro mercoledì sera presto.

Alcuni sono considerati possibili futuri candidati alla Casa Bianca, ad esempio Gavin Newsom (California), Gretchen Whitmer (Michigan), JB Pritzker (Illinois) o Josh Shapiro (Pennsylvania). Tutti parteciperanno all’incontro di mercoledì, di persona o virtualmente, secondo la Casa Bianca.

Solo un democratico potrebbe battere Trump alle elezioni presidenziali americane… ma non è un candidato

L’esecutivo americano cerca in tutti i modi di spegnere l’incendio riacceso dalle rivelazioni del New York Times e della Cnn.

I due media affermano, sulla base delle confidenze di parenti anonimi di Joe Biden, che quest’ultimo si interroga sul futuro della sua candidatura.

“È falso suggerire che si stia prendendo in considerazione la possibilità di porre fine alla campagna”, ha detto il portavoce della Casa Bianca Andrew Bates.

Quasi una settimana dopo, il democratico non ha cancellato l’impressione molto dolorosa lasciata da questi 90 minuti contro il suo rivale repubblicano, durante i quali balbettava, guardava nel vuoto e talvolta perdeva il filo dei pensieri.

Due sondaggi pubblicati mercoledì dal New York Times e dal Wall Street Journal mostrano un chiaro vantaggio per Donald Trump nelle intenzioni di voto a livello nazionale e preoccupazioni estremamente forti tra gli elettori riguardo all’età del presidente.

Joe Biden prevede di rilasciare un’intervista alla televisione ABC venerdì e di tenere una conferenza stampa da solista la prossima settimana, con l’obiettivo di dimostrare la sua capacità di parlare fluentemente, senza un gobbo.

Visiterà anche due stati decisivi, Michigan (5 luglio) e Pennsylvania (7 luglio).

Donald Trump ha programmato anche un viaggio in Pennsylvania il 13 luglio, dopo un viaggio in Florida il 9. Il repubblicano, 78 anni, “batterà qualsiasi democratico” a novembre, ha assicurato mercoledì la sua squadra elettorale.

“Abbiamo due immagini di Joe Biden. Una è quella di un uomo che serve il suo Paese, che combatte per gli americani, combattivo, aggressivo, impulsivo. E abbiamo anche questa immagine di Biden come un vecchio al quale probabilmente dovrai sfogare la tua chiavi della macchina La domanda è quale di queste immagini prevarrà”, commenta Peter Loge, professore alla George Washington University.

Mentre crescono le speculazioni sulla sua possibile sostituzione con la vicepresidente Kamala Harris, che continua a sostenerlo instancabilmente in pubblico, Joe Biden deve assolutamente convincere il suo stesso partito a serrare i ranghi attorno a lui.

Oltre a riunire i governatori, mercoledì ha parlato con i leader democratici al Congresso, dove i funzionari eletti sono preoccupati per le loro possibilità nelle elezioni legislative che accompagnano le elezioni presidenziali di novembre.

Gli accesi dibattiti sulla forma del presidente americano toccano i giovani volontari incaricati di condurre la sua campagna in tutto il Paese.

“Le sue capacità cognitive sembrano essere diminuite considerevolmente e questo è un grosso problema per un candidato alla presidenza”, ha detto Yampiere Lugo all’AFP.

Questo attivista democratico di 25 anni, residente nella Carolina del Nord, ritiene che Joe Biden dovrebbe “gettare la spugna” se i sondaggi continuano a peggiorare.

-

PREV ICESCO invita a sfruttare il potenziale dei giovani per costruire un futuro migliore
NEXT Guerra in Ucraina. Bombe sganciate a Lyman, consegna di carri armati spagnoli… Aggiornamento della notte