L’Italia chiede la vicepresidenza della Commissione europea

L’Italia chiede la vicepresidenza della Commissione europea
L’Italia chiede la vicepresidenza della Commissione europea
-

L’Italia chiede “almeno” la vicepresidenza della Commissione europea, ha detto lunedì in Lussemburgo il ministro degli Esteri Antonio Tajani. Questo a pochi giorni dal nuovo vertice europeo che deciderà le posizioni chiave nell’Ue.

“Credo che l’Italia non possa non avere una carica di vicepresidente della Commissione e non avere un commissario con un portafoglio importante, questo è il minimo a cui il nostro Paese può aspirare”, ha dichiarato Tajani davanti alla stampa, al termine della sua conferenza stampa. Arrivo alla riunione dei Ministri degli Esteri dei Ventisette.

“Vogliamo avere una vicepresidenza, un commissario forte per avere una buona politica europea a favore dell’industria e dell’agricoltura, ovviamente impegnata sul cambiamento climatico, ma non in modo fondamentalista”, ha già spiegato questo fine settimana a French media.

Prima discussione senza accordo

Un primo dibattito sulle posizioni chiave all’interno dell’Unione europea si è svolto il 17 giugno a Bruxelles tra i leader dei 27. Non era stato trovato alcun accordo e l’Italia aveva espresso il proprio disappunto per essere stata tenuta lontana da queste trattative, nonostante il buon risultato ottenuto dall’estrema destra dopo le elezioni europee del 9 giugno.

Il capo del governo italiano Giorgia Meloni è anche il capo del partito Fratelli d’Italia, la principale componente del gruppo Conservatori e Riformisti (ECR), che riunisce parte dell’estrema destra euroscettica al Parlamento europeo.

Situazione ‘surreale’

Il gruppo ECR è sul punto di sottrarre ai centristi di Renew Europe il posto di terza forza politica all’interno del Parlamento di Strasburgo.

Tuttavia, i negoziati del vertice di lunedì scorso si sono svolti esclusivamente tra i leader del PPE (a destra), la prima forza rappresentata al Parlamento europeo, i socialdemocratici S&D, il secondo gruppo più grande a Strasburgo, e i rappresentanti di Renw (centristi, liberali).

Una situazione “surreale” denunciata poi dalla Meloni, ricordando l’ondata dell’estrema destra dopo il 9 giugno.

/ATS

-

PREV Stati Uniti: preoccupazioni per la salute di Joe Biden, la Casa Bianca cerca di contenere l’incendio
NEXT Gite scolastiche, stress per gli insegnanti: “Non possiamo stare attenti a tutto, può andare presto a puttane”