In India il consumo di alcol adulterato, venduto al mercato nero, provoca 56 morti e 117 ricoverati in ospedale

-

Corteo funebre delle vittime morte dopo aver consumato alcol adulterato, nello stato del Tamil Nadu (India), 24 giugno 2024. R. SATISH BABU/AFP

L’alcol adulterato continua a provocare il caos in India. Almeno 56 persone sono morte e 117 sono state ricoverate in ospedale dopo aver bevuto questo liquore venduto al mercato nero in una piccola città del sud dell’India, ha appreso lunedì 24 giugno l’Agence France-Presse (AFP) dalla polizia locale.

Il precedente rapporto, redatto domenica 23 giugno, riportava 53 morti e un centinaio di persone ricoverate in ospedale nello stato del Tamil Nadu, nel sud del Paese. Sono i lavoratori poveri, soprattutto uomini che lavorano quotidianamente, soprattutto in agricoltura, ad acquistare regolarmente il cibo.arak. Questa bevanda, diffusa nel Sud e nel Sud-Est asiatico, viene venduta in sacchetti di plastica a 0,70 euro. Viene poi spesso consumato prima di andare al lavoro per darsi coraggio.

Questi lavoratori acquistano l’alcol adulterato per strada anziché nei negozi ufficiali. Il prezzo di questa sostanza è più basso sul mercato nero. Centinaia di persone muoiono ogni anno in India a causa di lotti di alcol tossico prodotti in distillerie illegali. Il metanolo viene spesso aggiunto a queste bevande per potenziarne gli effetti, che possono portare alla cecità, danni al fegato o morte.

Aggiungi alle tue selezioni

Il mondo con l’AFP

Riutilizza questo contenuto

-

PREV Guerra in Ucraina: coppia australiana incriminata per spionaggio, sospettata di aver trasmesso informazioni sensibili a Mosca
NEXT Danimarca: una prima mondiale, una tassa sul carbonio sul bestiame!