Rafforzamento delle alleanze militari con la Russia nel contesto della lotta al terrorismo

Rafforzamento delle alleanze militari con la Russia nel contesto della lotta al terrorismo
Rafforzamento delle alleanze militari con la Russia nel contesto della lotta al terrorismo
-

Negli ultimi anni Bamako ha sviluppato un significativo riavvicinamento con Mosca. Il ministro degli Esteri Abdoulaye Diop ha espresso l’intenzione del Mali di aumentare rapidamente il proprio potenziale militare con l’aiuto della Russia.

Durante una visita regionale all’inizio di giugno, il viceministro della Difesa russo Yunous-Bek Yevkurov ha visitato Bamako. Questa visita, secondo Abdoulaye Diop, illustra il desiderio del Mali di accelerare l’attuazione del piano di rafforzamento delle capacità militari e di difesa.

Le discussioni si sono concentrate anche sul rafforzamento del partenariato militare strategico tra le due nazioni. Questa cooperazione mira a migliorare il potenziale di combattimento delle forze di difesa e sicurezza maliane, al fine di consentire loro di acquisire autonomia, prevedendo al contempo un programma di acquisto di attrezzature militari.

Il cambiamento nella direzione strategica in Mali è segnato dall’arrivo di nuove autorità dopo un colpo di stato nell’agosto 2020 e da una transizione corretta nove mesi dopo. Questi hanno ridefinito la strategia di lotta al terrorismo, compreso l’abbandono delle relazioni con Parigi a favore di un riavvicinamento con Mosca.

Le forze francesi dell’operazione Barkhane, successore dell’intervento Serval del 2014, sono state sostituite da istruttori russi. Questi ultimi vengono spesso descritti come mercenari dalle cancellerie occidentali, anche se Bamako continua a negare questa classificazione.

-

PREV Parigi, Roma, Berlino e Varsavia valutano la capacità di attacco congiunto a lungo raggio
NEXT cinque feriti, incluso un bambino, in un attacco con il machete