L’influenza di Emmanuel Macron sull’UE vacilla

L’influenza di Emmanuel Macron sull’UE vacilla
L’influenza di Emmanuel Macron sull’UE vacilla
-

La sconfitta del partito presidenziale alle elezioni europee e la possibilità di vedere l’estrema destra vincere le elezioni legislative indeboliscono la voce del presidente francese.

ANNUNCIO

La decisione del presidente francese di sciogliere l’Assemblea nazionale provoca un’ondata fino a Bruxelles. Questo annuncio apre le porte a un periodo di incertezza nel processo istituzionale dell’UE.

Da un lato Emmanuel Macron ne esce indebolito sconfitta del suo partito alle elezioni europee. D’altro canto, il leader francese potrebbe presentarsi il mese prossimo davanti ai suoi conviventi se l’estrema destra vincesse le elezioni legislative anticipate, con la conseguenza di un indebolimento della sua voce.

Chiudi la pubblicità

Ricordiamo il discorso alla Sorbona di aprile dove fu molto ambizioso. Ha chiesto azioni ambiziose per l’Unione europea. Forse sarà meno in grado di imporre questa agenda ai suoi partner europei, meno in grado di indicare la direzione da seguire per l’Unione europea.“, stima Eric Maurice, analista dell’European Policy Centre.

Emmanuel Macron ha interpretato il ruolo di kingmaker nel 2019. Aveva dato il nome di Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione europea, aveva ottenuto la presidenza della Banca centrale europea per la Francia ed era riuscito a offrire un portafoglio imponente al commissario francese. In caso di convivenza, il presidente rischia di vedere questa dinamica arrestarsi.

Ciò potrebbe rendere le cose più difficili a livello europeo se, ad esempio, (Emmanuel) Macron avesse voce in capitolo sulla scena nazionale, e Jordan Bardella come Primo Ministro potesse ostacolare il suo entusiasmo a livello europeo.“, giudica Sophia Russack, analista del Center for European Policy Studies.

La prossima settimana inizieranno i negoziati per distribuire le varie principali posizioni dell’Unione, vale a dire la presidenza della Commissione europea, del Consiglio europeo e capo della diplomazia dell’UE.

Il peso economico e demografico di Francia e Germania rende le due capitali essenziali nell’Ue, ma il contesto politico non è favorevole ai due leader.

I due leader, presumibilmente i più importanti, Olaf Scholz ed Emmanuel Macron, escono indeboliti da queste elezioni. Ciò potrebbe quindi dare un po’ più di spazio ai leader di altri grandi paesi, come Polonia, Italia e Spagna.“, nota Sophia Russack.

Il 30 giugno e il 7 luglio si svolgeranno le elezioni legislative francesi.

-

PREV Fervente democratico, George Clooney invita Biden a dimettersi
NEXT L’attore George Clooney invita Joe Biden a ritirarsi dalla corsa presidenziale: “Mi si spezza il cuore”