Asia: Seoul denuncia un “atto di provocazione” da parte di Pyongyang

Asia: Seoul denuncia un “atto di provocazione” da parte di Pyongyang
Asia: Seoul denuncia un “atto di provocazione” da parte di Pyongyang
-

Seoul denuncia “atto di provocazione” da parte di Pyongyang

Pubblicato oggi alle 5:55

A questo punto troverai ulteriori contenuti esterni. Se accetti che i cookie vengano inseriti da fornitori esterni e che i dati personali vengano quindi trasmessi loro, devi consentire tutti i cookie e visualizzare direttamente i contenuti esterni.

Consenti i cookiePiù informazioni

Martedì la Corea del Sud ha condannato il tentativo fallito della Corea del Nord di lanciare in orbita un satellite spia, definendo il lancio un “atto provocatorio” che minaccia la stabilità regionale.

Ciò costituisce “una violazione delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, qualunque sia il risultato, e un atto di provocazione”, ha denunciato l’agenzia alla Sicurezza nazionale sudcoreana.

Pyongyang ha annunciato lunedì di aver tentato invano di mettere in orbita il satellite da ricognizione Malligyong-1-1, il cui lanciatore è esploso in volo a causa di un problema con “l’affidabilità del motore a ossigeno liquido e kerosene” di recente progettazione, Lo ha riferito l’amministrazione aerospaziale nordcoreana.

proiettile fiammeggiante

L’emittente pubblica giapponese NHK ha trasmesso martedì le riprese di quello che sembrava essere un proiettile fiammeggiante nel cielo notturno, che poi è esploso in una palla di fuoco. Il canale ha affermato di averlo filmato dal nord-est della Cina al momento del tentativo di lancio.

Ma questo fallimento non dissuaderà Pyongyang dal rinnovare il test, ha detto all’AFP Hong Min, analista del Korea Institute for National Unification. “Tutte le nazioni che sviluppano tecnologie spaziali non sono riuscite a lanciare satelliti”, sottolinea.

Secondo lui, grazie ai dati raccolti durante questo ultimo lancio, “l’assistenza tecnica fornita da Mosca a Pyongyang subirà un’ulteriore accelerazione per aumentare le possibilità di successo nel prossimo tentativo”.

Assistenza tecnica da Mosca

Questo nuovo test arriva dopo che Pyongyang aveva affermato a novembre di aver messo in orbita un satellite spia che forniva immagini di siti militari americani e sudcoreani. La Corea del Nord sostiene che il satellite “Malligyong-1” funziona correttamente, ma l’agenzia di intelligence di Seoul respinge tale affermazione.

Seoul ha affermato che Pyongyang ha ricevuto aiuto tecnico dalla Russia per il lancio del satellite a novembre, in cambio dell’invio a Mosca delle armi utilizzate nella guerra in Ucraina. Kim Jong-un ha incontrato il presidente Vladimir Putin in Russia lo scorso settembre, e Putin ha poi suggerito che il suo Paese potrebbe aiutare Pyongyang a costruire satelliti.

Domenica, l’agenzia di stampa sudcoreana Yonhap ha detto che un gruppo di ingegneri russi era entrato nella Corea del Nord per aiutare a preparare il lancio, citando un funzionario governativo.

Notiziario

“Ultime notizie”

Vuoi restare aggiornato sulle novità? “24 Heures” ti propone due appuntamenti al giorno, direttamente nella tua casella di posta elettronica. Per non perderti nulla di ciò che accade nel tuo Cantone, in Svizzera o nel mondo.Per accedere

AFP

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

0 commenti

-

NEXT Un candidato municipale assassinato in Messico, più di venti in totale