La Corte Suprema respinge la sfida sulla mappa degli elettori della Carolina del Sud | Elezioni americane 2024

La Corte Suprema respinge la sfida sulla mappa degli elettori della Carolina del Sud | Elezioni americane 2024
La Corte Suprema respinge la sfida sulla mappa degli elettori della Carolina del Sud | Elezioni americane 2024
-

Giovedì la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto un ricorso contro una mappa elettorale dello stato della Carolina del Sud accusata dalle organizzazioni per i diritti civili di essere stata disegnata sulla base di considerazioni razziali.

Il presidente democratico Joe Biden ha denunciato questa decisione mina il principio fondamentale secondo cui le pratiche elettorali non dovrebbero discriminare sulla base della razza.

Questa spinosa questione potrebbe aiutare a determinare chi, democratici o repubblicani, controllerà la Camera dei Rappresentanti il ​​prossimo anno.

La Corte Suprema, dominata da giudici conservatori, ha stabilito sei contro tre che una mappa elettorale elaborata dal parlamento a maggioranza repubblicana della Carolina del Sud non costituisce una forma di riorganizzazione illegale dei distretti.

IL manipolazione è una divisione elettorale partigiana che consiste nello spostare i confini delle circoscrizioni elettorali secondo gli interessi del partito al potere. È vietato quando è fatto per motivi razziali.

Circoscrizione elettorale sbiancato

Negli Stati Uniti sono in corso diverse battaglie legali su questa pratica, che può diluire i voti delle minoranze.

Nel caso della Carolina del Sud, nel gennaio 2023 un collegio federale di tre giudici ha stabilito che una riorganizzazione distrettuale effettuata dopo il censimento del 2020 era illegale perché basata su criteri razziali. Questo gruppo di giudici ne aveva ordinato la riformulazione prima delle elezioni del novembre 2024.

La maggioranza repubblicana è accusata di averlo fatto sbiancato un distretto collocando 30.000 afroamericani in un distretto che ha già una maggioranza nera.

La stragrande maggioranza degli afroamericani tende a votare democratico.

Il legislatore della Carolina del Sud ha presentato ricorso contro la decisione del tribunale di grado inferiore e il caso è finito davanti alla Corte Suprema.

Quest’ultimo, in un parere redatto dal giudice ultraconservatore Samuel Alito, ha dichiarato che la conclusione della prima corte secondo cui il criterio razziale era predominante nella riorganizzazione della mappa era chiaramente pessimo.

>>>>

Apri in modalità a schermo intero

Samuel Alito è stato nominato alla Corte Suprema degli Stati Uniti dall’ex presidente George W. Bush nel gennaio 2006.

Foto: Getty Images

La riorganizzazione distrettuale è un’impresa inevitabilmente politicaha detto il signor Alito, e un organo legislativo può perseguire obiettivi di parte quando si impegna in una riorganizzazione distrettuale.

gerrymandering”per scopi partigiani può assomigliare molto a una mappa tagliata lungo linee razziali”,”text”:”Dove razza e politica sono fortemente correlate, una mappa che è stata oggetto di “gerrymandering” per scopi partigiani può assomigliare molto simile a una mappa tagliata lungo le linee razziali”}}”>Dove razza e politica sono fortemente correlate, una mappa di cui è stata oggetto manipolazione per scopi partigiani può assomigliare molto a una mappa ritagliata lungo le linee razzialiLui continuò.

Gli altri cinque giudici conservatori della Corte si sono uniti ad Alito. I tre progressisti hanno espresso la loro divergenza di opinioni.

Il giudice Elena Kagan ha descritto la decisione della Corte come:sbagliato.

odioso— lo smistamento dei cittadini, basato su generalizzazioni razziali e sullo sfruttamento delle divisioni razziali, continuerà”,”text”:”E quindi questa —odiosa— pratica di smistamento dei cittadini, basata sulle generalizzazioni razziali e sullo sfruttamento delle divisioni razziali, continuerà” }}”>E così questa – odiosa – pratica di smistamento dei cittadini, basata su generalizzazioni razziali e sullo sfruttamento delle divisioni razziali, continueràha castigato.

I repubblicani hanno ora una maggioranza molto risicata alla Camera dei Rappresentanti. Un aumento del numero di collegi elettorali a maggioranza nera potrebbe far pendere l’ago della bilancia nelle elezioni legislative di novembre.

Questa la decisione della Corte Suprema minaccia la capacità dei cittadini della Carolina del Sud di far sentire la propria voce alle urneha affermato il presidente Biden nel suo comunicato stampa.

La ridistribuzione mantenuta da gerrymandering razziale da parte di funzionari eletti repubblicani per diluire la volontà degli elettori neri”,”text”:”La Corte fa parte di un pericoloso modello di tentativi di gerrymandering razziale da parte di funzionari eletti repubblicani per diluire la volontà degli elettori neri”}}”>la Corte è parte di un pericoloso schema di tentativi di farlo manipolazione discriminazione razziale da parte dei funzionari eletti repubblicani per indebolire la volontà degli elettori neriEgli ha detto.

-

PREV Un rapporto commissionato dal G20 propone una tassa minima globale sui più ricchi – Telquel.ma
NEXT Traforo del Monte Bianco: come evitare gli ingorghi?