Nuova polemica per la Corte Suprema americana attorno ad una bandiera trumpista

Nuova polemica per la Corte Suprema americana attorno ad una bandiera trumpista
Nuova polemica per la Corte Suprema americana attorno ad una bandiera trumpista
-

Una bandiera usata dai sostenitori di Donald Trump è stata vista sventolare fuori dall’abitazione di un giudice della Corte Suprema, ha riferito mercoledì il New York Times, meno di una settimana dopo una controversia simile con un’altra bandiera.

Il quotidiano di New York ha rivelato che la scorsa estate una bandiera con la scritta “Appello al Cielo” è stata sventolata su un pennone fuori dalla casa di vacanza del giudice conservatore Samuel Alito nel New Jersey.

Questa bandiera risale alla Guerra d’Indipendenza americana ed è recentemente diventata un simbolo di sostegno al miliardario repubblicano, indossata in particolare dai suoi sostenitori durante l’assalto al Campidoglio di Washington il 6 gennaio 2021, nonché simbolo del nazionalismo cristiano negli Stati Uniti.

La settimana scorsa, il giudice 74enne ha già affrontato intense polemiche dopo che sono emerse le foto di una bandiera americana alzata capovolta nel 2021 davanti alla sua casa nella periferia di Washington.

Originariamente un segnale di soccorso nell’esercito, l’innalzamento di una bandiera capovolta è diventato nel 2021 un segno di protesta politica ed esprime sostegno alle affermazioni del presidente repubblicano uscente secondo cui le ultime elezioni gli sarebbero state “rubate”.

In una e-mail di risposta al quotidiano, Samuel Alito ha affermato di “non essere stato in alcun modo coinvolto nell’alzabandiera” a casa sua, riferendosi ad una “breve” iniziativa della moglie in reazione ad una “esibizione ingiuriosa in sala”. giardino di ‘un vicino”. Mercoledì sera il giudice non ha reagito alle nuove rivelazioni del New York Times.

Venerdì diversi democratici eletti hanno chiesto a Samuel Alito di astenersi da qualsiasi caso davanti alla Corte Suprema legato alle elezioni del 2020 o all’assalto al Campidoglio. In particolare quello sull’immunità penale rivendicata da Donald Trump nel procedimento federale contro di lui per tentativi di ribaltare illegalmente i risultati delle elezioni presidenziali del 2020.

La controversia aveva ravvivato i sospetti di parzialità attorno all’istituzione in un momento in cui un Paese diviso attende la sua decisione sull’immunità penale invocata da Donald Trump.

L’influente senatore democratico Dick Durbin, capo della commissione giudiziaria, ha affermato che questa bandiera capovolta “ha creato un’apparenza di pregiudizio” e che la Corte si è trovata “in una crisi etica di cui è l’unica responsabile”.

Un altro giudice conservatore della Corte Suprema, Clarence Thomas, 75 anni, ha finora ignorato le richieste di ricusazione a causa del coinvolgimento della moglie nella campagna per contestare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020.

-

PREV I milionari ridefiniscono la migrazione nel 2024
NEXT l’esercito israeliano continua i suoi attacchi nel nord del territorio, almeno ventiquattro morti a Gaza