A Gaza, incessanti attacchi israeliani e “raid mirati” nella parte orientale di Rafah

-
>>

Palestinesi davanti alle rovine di una casa colpita nella notte da un bombardamento israeliano, il 20 maggio 2024, in un quartiere di Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. -/AFP

Nell’ottavo mese della guerra tra Israele e Hamas, che ha portato all’ulteriore sfollamento di centinaia di migliaia di palestinesi, aerei da combattimento ed elicotteri dell’esercito israeliano hanno effettuato intensi attacchi sulla Striscia di Gaza lunedì 20 maggio prima dell’alba.

Nel nord del territorio palestinese, aerei militari hanno effettuato attacchi sui quartieri di Zeitoun e Sabra a Gaza City, e uno di loro ha colpito una casa, secondo i corrispondenti dell’Agence France-Presse e i medici. Elicotteri hanno bombardato anche il campo profughi di Jabaliya, dove Hamas ha ripreso piede secondo l’esercito israeliano.

Al centro del piccolo e sovrappopolato territorio palestinese, il campo di Al-Boureij e Deir Al-Balah sono stati bersaglio di raid aerei.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati Israele: l’esercito e Benjamin Netanyahu in profondo disaccordo sulla guerra a Gaza

Aggiungi alle tue selezioni

Intervenire a Rafah, un “dovere” per Israele

Nel Sud, uno sciopero ha colpito una casa nel distretto di Tal Al-Sultan, a ovest di Rafah, uccidendo tre persone e ferendone otto, secondo fonti ospedaliere. Rafah è stata presa di mira anche dal fuoco navale israeliano, hanno detto testimoni. Secondo l’esercito, i soldati stanno effettuando attacchi nella parte orientale di Rafah “incursioni mirate contro le infrastrutture terroristiche, eliminazione del nemico e individuazione delle aperture dei tunnel”.

Il ministro della Difesa israeliano Yoav Gallant ha detto lunedì a un inviato americano in visita che il suo paese ha il controllo ” dovere “ estendere la sua offensiva militare di terra a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza.

Nel corso di un incontro a Tel Aviv con il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Jake Sullivan, ministro della Difesa israeliano “ha insistito con lui sul dovere di Israele di estendere l’operazione di terra a Rafah, per smantellare Hamas e riportare indietro gli ostaggi”precisa in un messaggio su X.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati Guerra Israele-Hamas: Benjamin Netanyahu intrappolato tra i suoi alleati del gabinetto di guerra e i suoi partner di estrema destra

Aggiungi alle tue selezioni

Il mondo con l’AFP

Riutilizza questo contenuto

-

NEXT Un candidato municipale assassinato in Messico, più di venti in totale