Negoziati indiretti tra Teheran e Washington in Oman

Negoziati indiretti tra Teheran e Washington in Oman
Negoziati indiretti tra Teheran e Washington in Oman
-
L’Iran ha confermato le informazioni sulla continuazione dei negoziati indiretti con gli Stati Uniti in Oman, nonostante le tensioni tra i due paesi che non hanno relazioni diplomatiche, secondo i media ufficiali iraniani.

Il sito di notizie americano Axios ha riferito venerdì che “questa settimana” Teheran e Washington si sono svolte discussioni su “come evitare un’escalation di attacchi” in Medio Oriente.

La rappresentanza dell’Iran all’ONU ha confermato “le informazioni pubblicate sui negoziati indiretti tra Iran e Stati Uniti in Oman”, ha riferito l’agenzia ufficiale Irna, precisando che tali colloqui si sono svolti nell’ambito di “un processo in corso”.

Irna non ha fornito dettagli sulla data e sul contenuto degli incontri, precisando che “non sono stati i primi” e “non saranno gli ultimi”.

I negoziati sono stati condotti per parte americana dal consigliere del presidente americano per il Medio Oriente, Brett McGurk, e dall’inviato per l’Iran, Abram Paley, ha precisato Axios, affermando di non sapere chi rappresentasse Teheran.

Questi colloqui, condotti attraverso funzionari del Sultanato dell’Oman, si sono svolti poco più di un mese dopo l’attacco senza precedenti sferrato il 13 aprile dall’Iran contro Israele, con 350 droni e missili, e che aveva fatto temere il rischio di un guerra regionale.

Negli ultimi anni i due paesi hanno condotto trattative indirette sullo scambio di prigionieri, sulla liberazione dei fondi iraniani bloccati all’estero e sulle misure per limitare il programma nucleare iraniano.

-

NEXT Un candidato municipale assassinato in Messico, più di venti in totale