Petroliera colpita da un missile al largo dello Yemen

Petroliera colpita da un missile al largo dello Yemen
Petroliera colpita da un missile al largo dello Yemen
-

Di Le Figaro con l’AFP

Pubblicato
1 ora fa,

Aggiornamento 34 minuti fa

Immagine illustrativa.
-/AFP

Un incendio è scoppiato nella nave battente bandiera panamense, ha riferito sabato una compagnia di sicurezza marittima.

Una petroliera battente bandiera panamense è stata colpita da un missile al largo delle coste dello Yemen, dove i ribelli Houthi stanno intensificando gli attacchi contro le navi mercantili, ha riferito sabato la compagnia di sicurezza marittima Ambrey.

Una comunicazione radiofonica “indica che la nave è stata colpita da un missile e che c’è un incendio nella cabina di pilotaggio dell’aereo”la compagnia britannica ha affermato che l’attacco è avvenuto a circa 10 miglia nautiche a sud-ovest della città yemenita di Mokha.

L’agenzia britannica per la sicurezza marittima UKMTO aveva precedentemente segnalato un attacco a 76 miglia nautiche a sud-ovest della città di Hodeidah, sempre sul Mar Rosso, anche se non era noto se si trattasse della stessa nave.

“Una nave ha subito lievi danni dopo essere stata colpita da un proiettile non identificato”ha dichiarato UKMTO sul suo account X, precisando che l’equipaggio era sano e salvo e che la nave aveva proseguito la rotta verso il successivo porto di scalo.

Leggi anche“Nel Mar Rosso gli Houthi danno prova di una violenza senza freni”: il comandante della fregata Alsace si confida a Le Figaro

Gli Houthi, che controllano la città di Hodeidah e vaste aree del territorio yemenita, hanno effettuato dozzine di attacchi con droni e missili contro navi nel Mar Rosso e nel Golfo di Aden da novembre, interrompendo il commercio marittimo globale in quest’area strategica.

Alleati dell’Iran, affermano di agire in solidarietà con i palestinesi della Striscia di Gaza, dove Israele ha lanciato la guerra contro Hamas dopo l’attacco senza precedenti del movimento islamico palestinese il 7 ottobre sul suolo israeliano.

Di fronte a questi attacchi, gli Stati Uniti, stretti alleati di Israele, hanno istituito a dicembre una forza multinazionale per proteggere la navigazione nel Mar Rosso e hanno lanciato attacchi nello Yemen a gennaio, con l’aiuto del Regno Unito contro i ribelli che lo hanno fatto da allora hanno affermato che prendono di mira anche le navi americane e britanniche.

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

-

PREV Vita lavorativa | Dalle élite alla meritocrazia
NEXT Il Canada mette fine alla sua strategia in Medio Oriente