Quali sono le principali problematiche per gli investitori nelle elezioni sudafricane del 2024?

Quali sono le principali problematiche per gli investitori nelle elezioni sudafricane del 2024?
Quali sono le principali problematiche per gli investitori nelle elezioni sudafricane del 2024?
-

I sudafricani voteranno alle elezioni nazionali del 29 maggio e, per la prima volta dalla fine dell’apartheid 30 anni fa, i sondaggi suggeriscono che il partito al potere, l’African National Congress (ANC), rischia di perdere la maggioranza parlamentare. Gli investitori sono molto attenti.

PERCHÉ LA MAGGIORANZA È IMPORTANTE?

Se l’ANC ottiene meno del 50% di sostegno, dovrà cercare uno o più partner di coalizione per governare l’economia più industrializzata dell’Africa. Il nuovo parlamento sceglierà il prossimo presidente del Sud Africa.

Il nuovo governo fisserà la politica fiscale ed economica per i prossimi cinque anni, e gli investitori vogliono sapere se la prossima amministrazione probabilmente si sposterà bruscamente a sinistra, si muoverà in una direzione più favorevole alle imprese o manterrà lo status quo con riforme lente.

SU COSA SI CONCENTRANO GLI INVESTITORI?

Secondo un sondaggio Ipsos effettuato ad aprile, l’ANC gode di un sostegno del 40,2% e la maggior parte dei sondaggi stima che sarà inferiore al 45%, un livello che secondo gli analisti finanziari deve raggiungere per ottenere l’aiuto dei partner più piccoli e centristi della coalizione.

Altrimenti, l’ANC potrebbe dover cercare un accordo con gli Economic Freedom Fighters (EFF), un partito marxista di estrema sinistra, o con l’Alleanza Democratica (DA), un partito economicamente liberale.

“Il mercato osserva attentamente la misura in cui l’ANC è costretto a formare coalizioni con partiti percepiti come di estrema sinistra come MK (partito uMkhonto we Sizwe) e EFF”, ha affermato Yvette Babb, portfolio manager di US asset manager. William Blair Gestione degli investimenti.

“L’area più grigia, tra il 45 e il 50%, in cui l’ANC potrebbe dover formare una coalizione con partiti più piccoli e più centristi, non è vista come una cosa negativa… forse questo introduce più controlli ed equilibri nel processo di governance. “

COME REAGIRANNO I MERCATI?

Secondo Mpho Molopyane, capo economista della compagnia di investimenti e assicurazioni sudafricana Alexforbes, parlare di una coalizione post-elettorale tra l’ANC e l’EFF o del recente MK, guidato dall’ex presidente Jacob Zuma, porterebbe a una vendita “impulsiva” dei beni sudafricani.

“Temiamo che il governo diventi più populista, aumenterà la spesa sociale, attuerà politiche anti-imprenditoriali e rallenterà il programma di riforme”, ha affermato.

Nel frattempo, i colloqui di coalizione tra ANC e DA porterebbero probabilmente a un “rally del rischio”, in cui i prezzi aumenterebbero, ha detto Molopyane.

“Una coalizione con la DA è vista come più favorevole alle imprese… uno Stato gestito in modo efficiente, prudenza fiscale – tutto ciò sarebbe di buon auspicio per le prospettive di crescita del Sud Africa”, ha affermato.

CHE IMPATTO POTREBBERO LE ELEZIONI SUL RAND?

Il rand riflette le difficoltà economiche del Sud Africa negli ultimi anni. La valuta si è leggermente indebolita dall’inizio dell’anno e negli ultimi quattro anni ha registrato perdite annuali pari o superiori al 5%.

Il “valore equo” del tasso di cambio Rand-dollaro USA è di circa R18,10 per dollaro, quindi attualmente viene scambiato appena sotto 18,40, il che rappresenta un premio di rischio relativamente basso legato alle elezioni, ha affermato Elna Moolman, responsabile macro della Standard Bank. , ricerca su reddito fisso e valute per il Sud Africa.

“Ciò è coerente con il sentimento generale secondo cui gli investitori ora si aspettano elezioni favorevoli (che garantiscano la continuità politica)”, ha affermato.

Luis Costa di Citi ha osservato che il premio per il rischio elettorale si è già attenuato negli ultimi giorni e settimane.

“Fattori più fondamentali nello ZAR hanno recentemente sostenuto l’attività economica, come le dinamiche dei termini di scambio e una migliore riduzione dei carichi interni (che potrebbe non durare dopo la chiusura dei seggi elettorali)”, ha detto Costa in una nota ai suoi clienti.

La riduzione del carico si riferisce alle interruzioni di corrente programmate.

Interruzioni di corrente

che hanno ostacolato l’economia negli ultimi anni.

QUALE SARÀ L’IMPATTO DELLE ELEZIONI SULL’ECONOMIA E GLI INVESTIMENTI?

L’economia del Sudafrica è cresciuta a malapena negli ultimi dieci anni, paralizzata da interruzioni record di energia elettrica e da una rete di trasporti in deterioramento. L’economia è cresciuta solo dello 0,6% nel 2023.

“Non vedo nessun partito politico proporre un vero piano per stimolare l’economia, promette solo che tutti avranno un lavoro in un modo o nell’altro”, ha detto Marisa Lourenco, consulente indipendente di gestione aziendale, rischiando, aggiungendo che gli investitori diretti stranieri erano in attesa.

“Ma quando le acque si saranno calmate dopo le elezioni, il Sudafrica rimarrà attraente per alcuni settori, come quello del gas, delle energie rinnovabili e dell’estrazione mineraria (come il manganese).

Secondo i dati della Banca Mondiale, gli afflussi netti di IDE sono stati generalmente più elevati rispetto a prima del 1994, quando l’ANC prese il potere. Gli afflussi sono stati pari a 9,19 miliardi di dollari nel 2022, rispetto a circa 374 milioni di dollari nel 1994.

D’altro canto, gli investitori stranieri hanno ridotto le loro partecipazioni in azioni e obbligazioni. La proprietà straniera di titoli di Stato nazionali è scesa da un picco del 42,8% nel 2018 a meno del 25% quest’anno.

Tra gli altri problemi che devono affrontare le imprese internazionali che operano in Sud Africa figurano le sfide infrastrutturali, la carenza di lavoratori qualificati, la “lista grigia” del settore finanziario sudafricano per motivi di trasparenza e i ritardi nell’ottenimento dei permessi per i lavoratori stranieri, ha affermato Simone Pohl, CEO della German-South Camera di commercio e industria africana.

“Nonostante queste difficoltà, l’economia altamente diversificata del Sudafrica, le dimensioni complessive del mercato, la libertà di stampa e l’indipendenza del sistema giudiziario ne fanno ancora il principale luogo di investimento nell’Africa meridionale”, ha aggiunto.

($ 1 = R18,4528) (Segnalazione di Rachel Savage, segnalazione aggiuntiva di Libby George, scrittura di Olivia Kumwenda-Mtambo e Toby Chopra)

-

PREV “Accarezzamento al seno”: poliziotto licenziato dopo video esplicito su OnlyFans
NEXT La Cina, il principale beneficiario del saccheggio delle foreste