Secondo l’FBI, le minacce aleggiano sugli eventi LGBTQ+

Secondo l’FBI, le minacce aleggiano sugli eventi LGBTQ+
Secondo l’FBI, le minacce aleggiano sugli eventi LGBTQ+
-

(Washington) Le organizzazioni terroristiche straniere o i loro sostenitori potrebbero prendere di mira eventi e luoghi legati alla comunità LGBTQ+ nell’ambito del Pride Month di giugno, avvertono le agenzie federali statunitensi.


Inserito alle 17:10

Rebecca Santana

Stampa associata

L’FBI e il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale hanno emesso un avviso il 10 maggio per sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che “le organizzazioni terroristiche straniere o i loro sostenitori potrebbero prendere di mira eventi e luoghi legati alla comunità LGBTQ+”.

“Le organizzazioni terroristiche straniere o i loro sostenitori potrebbero cercare di sfruttare l’aumento dei raduni associati al prossimo mese del Pride di giugno”, hanno scritto queste agenzie.

L’annuncio non specificava alcuna località e non indicava che le agenzie stessero monitorando minacce specifiche. Secondo la dichiarazione, i gruppi terroristici stranieri e i loro sostenitori hanno promosso in passato la retorica anti-LGBTQ+ e mirato ad eventi correlati.

Il 12 giugno segnerà l’ottavo anniversario dell’attentato al nightclub Pulse di Orlando, in Florida. È stato l’attacco più mortale contro la comunità LGBTQ+ nella storia degli Stati Uniti, in cui sono morte 49 persone e 53 sono rimaste ferite. L’assassino, Omar Mateen, è stato ucciso dai membri della squadra Special Weapons and Tactics (SWAT) dopo una situazione di stallo di tre ore. Aveva giurato fedeltà allo Stato islamico.

Nel giugno 2023, tre sospetti sostenitori del gruppo Stato islamico sono stati arrestati a Vienna, in Austria, per aver tentato di attaccare una manifestazione del Pride.

Il comunicato rileva anche i segnali a cui prestare attenzione che potrebbero indicare un potenziale problema, come minacce violente fatte online o tramite posta. I potenziali aggressori potrebbero anche tentare di scattare foto di apparecchiature legate alla sicurezza o punti di accesso durante eventi, tentare di entrare in aree riservate o impersonare le forze dell’ordine o chattare con il personale in vari luoghi per ottenere informazioni come i tipi di eventi imminenti e le dimensioni della folla.

Il Pride Month è un momento particolarmente importante per il movimento per i diritti LGBTQ+. La prima marcia del Pride si è tenuta a New York il 28 giugno 1970. Da allora, città e paesi di tutti gli Stati Uniti hanno organizzato marce sia per attirare l’attenzione su questioni specifiche sia per festeggiare.

-

PREV Russia: un morto in seguito all’attacco di droni ucraini
NEXT L’Egitto accentua la carestia a Gaza – Le1