Record di quasi 76 milioni di sfollati interni entro la fine del 2023

Record di quasi 76 milioni di sfollati interni entro la fine del 2023
Record di quasi 76 milioni di sfollati interni entro la fine del 2023
-

La violenza ha causato milioni di sfollati lo scorso anno in Sudan (archivio). ©KEYSTONE/AP/MARWAN ALI

Pubblicato il 14/05/2024

Il numero di sfollati interni nel mondo ha raggiunto un record alla fine del 2023, come ogni anno da adesso in poi. Quasi 76 milioni di persone si trovavano in questa situazione in quel momento, ha dichiarato martedì a Ginevra l’Osservatorio internazionale per il monitoraggio degli sfollati interni (IDMC).

Questa cifra si è dimezzata in cinque anni, osserva il rapporto. Non sorprende che il conflitto nella Striscia di Gaza abbia contribuito all’aumento osservato lo scorso anno. Negli ultimi tre mesi del 2023, nel territorio palestinese si sono verificati 3,4 milioni di nuovi movimenti, lasciando alla fine dell’anno 1,7 milioni di sfollati.

Ma la violenza in Sudan ha avuto effetti ancora maggiori. Con 9,1 milioni di persone, mai prima d’ora erano stati identificati così tanti sfollati in un anno in un singolo paese da quando i rapporti dell’IDMC iniziarono circa quindici anni fa.

Nel mondo, quasi 69 milioni di persone hanno lasciato le proprie case a causa di conflitti. E 7,7 milioni lo hanno fatto dopo le catastrofi, aggiunge l’istituzione.


ats

-

PREV Nel Donbass la tenacia dei soldati nonostante i continui attacchi di droni russi
NEXT Per molti iniziano i guai: Sciensano annuncia l’inizio della stagione dei pollini delle graminacee