Ricomparsa a sorpresa in video dell’ex numero due delle FARC, ritenuto morto

-
>>

Luciano Marin, detto Ivan Márquez, il 10 aprile 2018, durante una conferenza stampa a Bogotà. FERNANDO VERGARA/AP

Il dubbio si dissipa. L’ex numero due dell’ex guerrigliero colombiano delle Forze Armate Rivoluzionarie della Colombia (FARC), Ivan Márquez, ritenuto morto da alcuni media, è riapparso sabato 11 maggio in un video, esprimendo il suo sostegno alle proposte del governo del presidente colombiano Gustavo Petro .

Ivan Márquez, che ha ripreso le armi dopo aver firmato lo storico accordo di pace del 2016, guida una fazione conosciuta come Segunda Marquetalia, che conta più di 1.600 combattenti, secondo l’intelligence militare.

A luglio, i media locali avevano ipotizzato che sarebbe morto dopo essere stato vittima di un attacco in Venezuela nel 2022. Il governo, tuttavia, ha smentito le notizie e a marzo la polizia ha annunciato che si trovava in Colombia.

Leggi anche il sondaggio | Articolo riservato ai nostri abbonati La Colombia resta sotto l’effetto della cocaina

Aggiungi alle tue selezioni

Eletto senatore prima di tornare alla clandestinità

In un video di sedici minuti, un estratto del quale è stato pubblicato dal quotidiano El País Sabato lo vediamo parlare. “Una Costituzione Bolivariana per la Colombia sarebbe un’idea straordinaria”dice Luciano Marin, vero nome di Márquez, riferendosi alla proposta di Petro di creare un’assemblea costituente. “Soffiano venti di cambiamento, risvegliando la speranza delle moltitudini”, aggiunge Ivan Márquez. La registrazione è stata presentata nel dipartimento colombiano di Vichada (Est), riferisce El Paísdurante il Forum Binazionale per la Pace.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati L’ex negoziatore della guerriglia delle FARC in Colombia riprende le armi

Aggiungi alle tue selezioni

Il leader della guerriglia ha partecipato ai negoziati all’Avana che hanno portato al trattato del 2016 che ha smobilitato la maggior parte delle FARC. Ritornò brevemente alla vita civile e fu eletto senatore, finché non rese pubblica, nell’agosto 2019, il suo ritorno alla clandestinità.

A febbraio, il governo di Gustavo Petro e della Segunda Marquetalia di Márquez ha annunciato l’inizio dei colloqui, senza però precisare una data.

Leggi anche | Colombia: governo e guerriglia dell’ELN riprendono i negoziati di pace

Aggiungi alle tue selezioni

Il mondo con l’AFP

Riutilizza questo contenuto

-

PREV Il Regno Unito, una potenza militare contrastata
NEXT Tecnologia “sperimentale”: con l’avvicinarsi del festival di Cannes, la città si arma di una videosorveglianza senza precedenti