Benjamin Netanyahu ripete che Israele combatterà, anche “da solo”

Benjamin Netanyahu ripete che Israele combatterà, anche “da solo”
Benjamin Netanyahu ripete che Israele combatterà, anche “da solo”
-

A Gaza gli aiuti sono “completamente paralizzati”, avverte l’Onu

La chiusura da parte di Israele dei principali valichi di frontiera nella Striscia di Gaza ha tagliato le principali vie d’accesso agli aiuti, in particolare al carburante, e ha reso le operazioni umanitarie praticamente impossibili, ha avvertito giovedì un alto funzionario delle Nazioni Unite in un’intervista all’Agence France-Presse.

Sebbene Israele affermi di aver riaperto Kerem Shalom mercoledì, Andrea De Domenico, capo dell’ufficio dell’agenzia umanitaria delle Nazioni Unite (OCHA) nei territori palestinesi occupati, ritiene che la consegna degli aiuti rimanga “estremamente difficile”.

” È pazzesco “gli israeliani “hanno carri armati ovunque, truppe sul terreno, stanno bombardando la zona a est di Rafah e vogliono che andiamo a prendere carburante o merci” in queste zone di guerra? “Sanno che non possiamo andare.”sbottò il signor De Domenico.

Il valico di Rafah, attraverso il quale passa tutto il carburante destinato a Gaza, resta chiuso. Oro, “A Gaza non ci sono scorte di carburante”. Ciò significa che“non ci sono movimenti” E “questo paralizza completamente le operazioni umanitarie”secondo il Sig. De Domenico.

-

PREV Messico: ha ucciso tre surfisti per rubare la loro auto
NEXT “Turismo Oscuro”: il piacere di viaggiare oltre