rete di agenti smantellata, cerimonia di investitura… Aggiornamento della giornata

-

Mentre Vladimir Putin cerca un quinto mandato alla guida della Russia, questo martedì, 7 maggio 2024, le truppe russe si spingono ulteriormente sul fronte ucraino. Si sono sentite molte voci dissenzienti, in particolare quella della vedova di Alexeï Navalny, che hanno descritto il leader come ” bugiardo “ e D’“assassino”.

Leggi anche: Elezioni presidenziali in Russia: Yulia Navalnaïa ha scritto “Navalny” sulla sua scheda elettorale

Lo hanno riferito anche le autorità ucraine “agenti” tra le sue stesse file era stato arrestato, sospettato di preparare l’assassinio di Volodymyr Zelenskyj.

Arresto di due agenti sospettati di voler assassinare Zelenskyj

Il servizio di sicurezza dell’Ucraina (SBU) ha annunciato l’arresto di due persone “agenti”. Questi ultimi sono sospettati di aver voluto assassinare il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj e altri alti funzionari del Paese, su ordine di Mosca.

Si ritiene che i due sospettati siano colonnelli che lavorano per il servizio statale ucraino e forniscono sicurezza ad alti funzionari statali ” alto tradimento “ e di “Preparativi per un attacco terroristico” e rischiano l’ergastolo, ha detto una fonte all’AFP.

I due uomini avrebbero voluto soprattutto reclutare soldati ” parenti “ del servizio di sicurezza del presidente Zelenskyj al fine di farlo “prendilo in ostaggio e uccidilo”secondo la SBU.

Opposizioni, discorsi: uno sguardo alla cerimonia di insediamento di Vladimir Putin

La cerimonia di insediamento di Vladimir Putin, che sta cercando un quinto mandato di sei anni, si è svolta in tarda mattinata al Gran Palazzo d’Oro del Cremlino. Il presidente russo, in particolare, ha prestato giuramento e poi ha promesso ai russi che lo avrebbero fatto “vinceremo insieme” la guerra contro l’Ucraina.

Le guardie d’onore portano la Costituzione della Federazione Russa e il cartello del presidente prima della cerimonia di insediamento di Vladimir Putin al Cremlino di Mosca il 7 maggio 2024. | ALESSANDRO KAZAKOV/AFP
Visualizza a schermo intero
Le guardie d’onore portano la Costituzione della Federazione Russa e il cartello del presidente prima della cerimonia di insediamento di Vladimir Putin al Cremlino di Mosca il 7 maggio 2024. | ALESSANDRO KAZAKOV/AFP

La Russia governante lo è “un grande onore, una responsabilità e un sacro dovere”ha dichiarato per primo il leader nel suo discorso.

Poco prima dell’insediamento di Vladimir Putin, la vedova di Alexeï Navalny, Yulia Navalnaïa, ha giudicato il leader del “bugiardo, ladro, assassino” in un video pubblicato su X.

“Con lui al timone, il nostro Paese non avrà pace, sviluppo, libertà”continua. “L’Ucraina non vede alcuna base legale per riconoscerlo come presidente legittimo e democraticamente eletto della Russia”ha dichiarato il Ministero degli Affari Esteri ucraino in un comunicato stampa diffuso dall’AFP.

Leggi anche: PUNTO DI VISTA. Il nuovo mandato di Putin promette solo inasprimento e guerra

Ambasciatore francese in Russia: un mandato di comparizione per “intimidazione”

Pierre Lévy, ambasciatore francese in Russia, era tra i 2.500 ospiti, tra cui l’élite politica del paese e i soldati che combattono in Ucraina, invitati al giuramento del capo di Stato russo per il suo quinto mandato, nonostante la convocazione del giorno prima da parte del Autorità russe. In questa occasione Parigi ha castigato un desiderio “bullismo” da Mosca.

“La Francia rileva che i canali diplomatici vengono ancora una volta presi di mira a fini di manipolazione delle informazioni e intimidazione”si legge nel comunicato stampa del Ministero degli Affari Esteri francese.

La Russia ha convocato il diplomatico francese per denunciare la politica “provocatorio” di Parigi riguardo al conflitto in Ucraina, dopo che il presidente francese Emmanuel Macron ha nuovamente sollevato la possibilità di inviare truppe occidentali nel paese.

Leggi anche: L’intelligence europea teme atti di sabotaggio “imminenti” da parte della Russia

Tre uomini annegano in Ucraina, forse mentre tentavano di fuggire dal Paese

I corpi di tre uomini che ci stavano provando “probabilmente” di lasciare l’Ucraina, sono stati ripescati in un fiume al confine con la Romania, hanno annunciato le guardie di frontiera ucraine. Almeno due di loro erano quindi in età da combattimento, secondo l’AFP. Tuttavia, le autorità ucraine non hanno confermato chiaramente che stessero fuggendo dalla mobilitazione.

Leggi anche: Guerra in Ucraina: perché una nuova ondata di mobilitazione sembra irrimediabile

In Ucraina, agli uomini di età compresa tra i 18 e i 60 anni è vietato lasciare il Paese, con poche eccezioni, in base alla legge marziale. Dall’inizio dell’invasione russa nel febbraio 2022, tuttavia, molti uomini se ne sono andati, illegalmente o legalmente, per evitare di essere arruolati nell’esercito.

Questi timori crescono sempre di più a dieci giorni dall’entrata in vigore di una nuova legge che dovrebbe consentire di mobilitare più soldati.

Il presidente cinese Xi Jinping più consensuale sul destino dell’Ucraina

In visita di Stato in Francia, il presidente cinese Xi Jinping ha trascorso la giornata con Emmanuel Macron sui Pirenei. L’opportunità per un dialogo più diretto soprattutto sulla guerra in Ucraina. Il presidente cinese si è così dimostrato più consensuale nei confronti dell’Ucraina, ribadendo la volontà di lavorare per una soluzione politica.

Il presidente cinese Xi Jinping (al centro) e sua moglie Peng Liyuan (a destra) bevono un drink con il presidente francese Emmanuel Macron in un ristorante al Col du Tourmalet nei Pirenei, durante la sua visita di Stato di due anni in Francia, il 7 maggio. 2024. | AURELIEN MORISSARD/AFP
Visualizza a schermo intero
Il presidente cinese Xi Jinping (al centro) e sua moglie Peng Liyuan (a destra) bevono un drink con il presidente francese Emmanuel Macron in un ristorante al Col du Tourmalet nei Pirenei, durante la sua visita di Stato di due anni in Francia, il 7 maggio. 2024. | AURELIEN MORISSARD/AFP

Ha sostenuto a “Tregua Olimpica” durante i Giochi di Parigi di quest’estate, spinto anche da Emmanuel Macron. Secondo una fonte diplomatica francese, questa tregua potrebbe servire, nei confronti dell’Ucraina, ad avviare un processo più politico dopo più di due anni di conflitto.

Ma Parigi, che insiste da un anno affinché Pechino faccia pressione sulla Russia per contribuire a porre fine alla guerra, vuole farlo “lucido” sulle limitate possibilità di una rapida svolta, riferisce AFP. Soprattutto perché il presidente cinese rimane il principale alleato del suo omologo russo Vladimir Putin, che dovrebbe ricevere presto.

La ONG “Freedom House” bandita in Russia

La Russia ha dichiarato Freedom House, l’organizzazione americana per la promozione della democrazia “indesiderabile”un provvedimento che ne vieta le attività nel Paese, nel pieno delle tensioni con Washington e della repressione della società civile.

“Una delle principali attività di Freedom House è quella di promuovere l’affermazione del cosiddetto ruolo “dominante” degli Stati Uniti nel mondo”ha giustificato la Procura generale russa in un comunicato stampa, annunciando questa decisione.

Secondo questa fonte, la ONG Freedom House, fondata nel 1941 e finanziata da Washington, “ha partecipato attivamente alla promozione delle politiche degli stati ostili riguardo al conflitto russo-ucraino, compreso il discredito delle forze armate della Federazione Russa”.

Sul suo sito web, l’ONG ha descritto il sistema politico russo guidato dal presidente Vladimir Putin come:“autoritario”.

-

PREV Sei bambini uccisi in un incendio in un ospedale pediatrico in India
NEXT A Berlino l’impossibile liquidazione della villa Goebbels