Risultati superiori a 13,8 milioni di dollari – Oggi il Marocco

Risultati superiori a 13,8 milioni di dollari – Oggi il Marocco
Risultati superiori a 13,8 milioni di dollari – Oggi il Marocco
-

Il rapporto evidenzia “il continuo sostegno del Regno del Marocco alla causa palestinese e la sua permanente solidarietà con il popolo palestinese”.

Riepilogo: Un rapporto del Comitato Al Quds, sotto l’Organizzazione per la Cooperazione Islamica, e presieduto da Sua Maestà il Re Mohammed VI, indica che la valutazione dei risultati ottenuti dall’Agenzia Bay Mal Al Quds, braccio esecutivo del Comitato, nella Città Santa, supera 13,8 milioni di dollari tra le due sessioni del Summit OIC (2019-2024).

Il rapporto, distribuito ai partecipanti alla 15a Conferenza del Summit dell’OIC tenutasi a Banjul (4-5 maggio, Gambia), evidenzia che l’Agenzia continua, sotto la supervisione personale di Sua Maestà il Re, a svolgere i suoi compiti per migliorare le condizioni di vita degli abitanti di Al Quds, attraverso progetti economici, sociali, educativi, culturali e abitativi volti a fornire una risposta diretta ai bisogni dei Maqdessi.

Questi progetti, rileva il documento, hanno contribuito notevolmente a migliorare le condizioni degli abitanti di Al Quds, a sostenere la loro resistenza, a preservare l’identità civilizzatrice della Città Santa, a promuovere la convivenza pacifica e la fraternità tra i seguaci dei tre celesti religioni e promuovere il dialogo in un quadro di rispetto reciproco e di accettazione delle differenze. Il rapporto evidenzia “il continuo sostegno del Regno del Marocco alla causa palestinese e la sua permanente solidarietà con il popolo palestinese”, l’ultimo esempio di ciò è stata l’operazione umanitaria su larga scala, ordinata da Sua Maestà il Re Mohammed VI, Presidente dell’Al Comitato Quds, a beneficio dei palestinesi di Al Quds e Gaza durante il mese del Ramadan.

Oltre agli interventi umanitari di emergenza, il rapporto evidenzia la natura diversificata delle azioni dell’Agenzia sul campo, attraverso programmi e progetti volti a fornire sostegno sociale ai Maqdessi e garantire loro una vita dignitosa, oltre alla cura degli orfani maqdessi, la concessione di borse di studio scolastiche, nonché l’organizzazione di attività incentrate sulla gioventù, lo sport, l’infanzia, le donne e le persone con bisogni specifici, la tutela del patrimonio, le autentiche arti palestinesi, la promozione dell’identità civilizzatrice unificante di Al Quds e il sostegno a studi e ricerche su Al Quds Acharif. Il rapporto rileva inoltre la diversità dei risultati ottenuti dall’Agenzia a sostegno dei settori dell’istruzione, della sanità, dell’edilizia e della riabilitazione, dell’edilizia abitativa, della protezione degli edifici storici, dell’assistenza sociale, nonché del programma di aiuti di emergenza di fronte alla pandemia di Covid 19, la libertà dei media e della stampa e la campagna annuale “Aouna” per la raccolta delle olive.
Nel documento si menziona anche la metodologia di lavoro dell’Agenzia basata su un sistema di programmi pionieristici, come testimoniano il Centro Studi e Ricerche “Bayt Al Maqdiss”, l’Osservatorio di osservazione, monitoraggio e valutazione “Arribat” ad Al Quds, la Piattaforma per le politiche sociali e commercio solidale “Dalala”, il Club dei bambini di Al-Quds, le Iniziative civili per un programma di sviluppo umano sostenibile ad Al Quds e il Centro Culturale marocchino “Bayt Al-Maghreb”.

-

PREV Stormy Daniels testimonierà oggi al processo di Donald Trump
NEXT Un’influencer di 23 anni uccisa a colpi di arma da fuoco durante un pasto in un ristorante: i sicari l’hanno localizzata a causa di un post su Instagram