Tra sei mesi, Joe Bien vivrà la sfida più importante della sua vita, con le elezioni presidenziali americane del 2024… e non ha ancora detto la sua ultima parola

Tra sei mesi, Joe Bien vivrà la sfida più importante della sua vita, con le elezioni presidenziali americane del 2024… e non ha ancora detto la sua ultima parola
Tra sei mesi, Joe Bien vivrà la sfida più importante della sua vita, con le elezioni presidenziali americane del 2024… e non ha ancora detto la sua ultima parola
-

Pur potendo contare su una vasta esperienza, Joe Biden si trova per la prima volta in una situazione in cui essere in carica è più un peso che una risorsa.

• Leggi anche: Trump o Biden? Il conto alla rovescia è iniziato…

“Zio Joe”

L’esperienza è una risorsa inestimabile per un politico, ma con l’esperienza arriva l’età avanzata, e l’età di zio Joe continua a suscitare paure, che a volte riesce a disinnescare con l’umorismo (vedi citazione della settimana).

Il presidente è riuscito ad alleviare queste paure, ma queste non sono scomparse. Fortunatamente, il sonnecchiare di Trump al processo ci ricorda che l’età è un problema da entrambe le parti.

Biden ha anche la reputazione di pasticcione. Anche se recentemente è riuscito a controllare il flusso di errori, non è mai al sicuro da un incidente che i media si affrettano ad amplificare, mentre il suo avversario è immune da tali critiche.

Un pendio da scalare

A sei mesi dalle elezioni, Biden si trova in una posizione difficile.

L’insoddisfazione dell’elettorato nei suoi confronti resta un handicap e i sondaggi sulle intenzioni di voto gli sono sfavorevoli. Il vantaggio di Trump è diminuito, ma probabilmente vincerebbe se le elezioni si tenessero oggi. I sondaggi non avranno alcun reale valore predittivo fino all’autunno, ma sono comunque preoccupanti.

Nonostante gli impressionanti risultati ottenuti da Biden, l’inflazione rappresenta per lui un pesante fardello, anche se la performance degli Stati Uniti in questo ambito è una delle migliori al mondo.

Joe Biden ha una ripida salita da scalare e se queste elezioni fossero esclusivamente un referendum sulla sua prestazione, la perderebbe.

Beni in riserva

Fortunatamente per Biden, queste elezioni saranno una scelta e non un referendum.

Oltre ai segnali di indebolimento di Donald Trump invischiato nei suoi processi penali e al circo angosciante dei repubblicani al Congresso, Biden ha risorse invidiabili.

Innanzitutto, l’economia americana è solida. Considerata la breve memoria degli elettori, questo è un buon segno. Una volta superato lo shock inflazionistico, gli aspetti positivi della ripresa appariranno più chiaramente. Sulle questioni sociali, tra cui l’aborto e l’assistenza sanitaria, i democratici hanno già un chiaro vantaggio.

Mentre i repubblicani stanno ottenendo buoni risultati nei sondaggi da qualche tempo, i democratici hanno sovraperformato le aspettative nelle recenti elezioni. Inoltre, mentre gli avvocati di Trump stanno sottraendo somme gigantesche alla sua campagna, lenta da organizzare, i democratici sono già al lavoro sul campo.

L’attuale presidente sta andando un po’ indietro, ma l’ottimismo che sentiamo nelle sue prestazioni pubbliche è pari solo all’amarezza e al pessimismo che percepiamo nel suo avversario.

Joe Biden non ha detto la sua ultima parola.

LA CITAZIONE DELLA SETTIMANA

“Le elezioni sono in pieno svolgimento e l’età è un problema. Sono un uomo di mezza età che fa campagna contro un bambino di sei anni.”

-Joe Biden, davanti all’Associazione dei corrispondenti della Casa Bianca, 27 aprile.

IL NUMERO DELLA SETTIMANA

5,33% Mercoledì la Federal Reserve americana ha mantenuto il tasso di riferimento tra il 5,25% e il 5,5%. Il tasso è invariato dal luglio 2023. La Fed teme un’impennata dell’inflazione nei prossimi mesi, che potrebbe compromettere le possibilità di rielezione di Joe Biden.

COSA HA DETTO

“Nel 2008, mia madre mi incoraggiò ad accettare l’offerta di diventare vicepresidente di Barack Obama ricordandomi l’episodio del mio arresto durante una manifestazione contro la segregazione”

-Joe Biden, in un’intervista con Howard Stern il 26 aprile

La macchina della verità

IMPOSTORE In una recente intervista con il conduttore radiofonico Howard Stern, Joe Biden ha parlato del suo passato, citando questo aneddoto (sopra), tra gli altri. Secondo Washington Post (13 gennaio 2022), non ci sono prove di questo arresto spesso riportato da parte di Biden. Sebbene il presidente non abbia la stessa reputazione di bugiardo incallito del suo avversario, a volte viene criticato per aver abbellito il suo passato.

-

PREV Un caffè con… Pierre Lemonde | L’uomo dal nome appropriato
NEXT Guerra in Ucraina, giorno 823 | Il bilancio delle vittime continua a salire dopo l’attacco russo al negozio di Kharkiv