Guerra in Ucraina: accusata di usare armi chimiche, la Russia nega di aver usato cloropicrina contro i soldati ucraini

Guerra in Ucraina: accusata di usare armi chimiche, la Russia nega di aver usato cloropicrina contro i soldati ucraini
Guerra in Ucraina: accusata di usare armi chimiche, la Russia nega di aver usato cloropicrina contro i soldati ucraini
-

La Russia ha negato le notizie statunitensi sull’uso di armi chimiche.

Le accuse secondo cui la Russia avrebbe usato armi chimiche contro le forze armate ucraine sono “infondate”, ha detto giovedì mattina il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov in una conferenza stampa.

“Abbiamo visto la notizia al riguardo. Come sempre, tali accuse sembrano assolutamente infondate e non sono supportate da nulla”, ha detto Peskov ai giornalisti.

In un comunicato stampa pubblicato mercoledì 1 maggio, gli Stati Uniti hanno accusato la Russia di aver utilizzato un’arma chimica nella guerra contro l’Ucraina.

Secondo la Biblioteca Nazionale di Medicina, la cloropicrina è un agente chimico che appare come un liquido leggermente oleoso, da incolore a giallo con un forte odore irritante. Non combustibile. Più denso dell’acqua. I vapori sono tossici se inalati e irritano gli occhi, il naso e la gola.

Gli Stati Uniti accusano così Mosca di violare la Convenzione sulla proibizione delle armi chimiche (CIWC).

“L’uso di queste sostanze chimiche non è un incidente isolato ed è probabilmente motivato dal desiderio delle forze russe di sloggiare le forze ucraine dalle posizioni fortificate e compiere avanzamenti tattici sul campo di battaglia”, ha inoltre indicato il dipartimento di Stato.

Lo stato maggiore ucraino contava già 81 attacchi chimici da parte dell’esercito russo lo scorso dicembre.

-

PREV Banche di Gaza derubate da gruppi armati – Libération
NEXT La Russia inserisce Volodymyr Zelensky nella lista dei ricercati – rts.ch