“La Georgia non è mai stata filo-russa e non lo sarà mai”, dice il suo presidente Salomé Zourabichvili

-

Decine di migliaia di georgiani hanno manifestato mercoledì nelle strade della capitale Tbilisi contro un disegno di legge considerato un ostacolo alle aspirazioni europee del paese.

type="image/avif">>

>
>

Pubblicato il 02/05/2024 15:52

Tempo di lettura: 2 minuti

type="image/avif">>Salomé Zourabichvili, presidente della Georgia, 28 febbraio 2022 su France Inter. (FRANCIA INTER/RADIO FRANCIA)>>
Salomé Zourabichvili, presidente della Georgia, 28 febbraio 2022 su France Inter. (FRANCIA INTER/RADIO FRANCIA)

“La Georgia non è mai stata filo-russa e non lo sarà mai”ha detto giovedì 2 maggio, sull’antenna di France Inter, il presidente della Georgia Salomé Zourabichvili, mentre decine di migliaia di manifestanti sono scesi in piazza anche questo mercoledì sera in Georgia per protestare contro il controverso disegno di legge sulla“influenza straniera”voluto dal partito al potere.

Contrariamente al primo ministro Irakli Kobakhidze, il presidente ritiene che questa legge metterà a repentaglio le intenzioni della Georgia di aderire all’Unione europea. Dice che è con i manifestanti “fino alla fine”Perché “Ciò che è in gioco è il futuro europeo della Georgia ed è più del futuro europeo, è la sua indipendenza”. “Ecco perché da decenni l’80% della popolazione sostiene il futuro dell’Europa e l’integrazione europea,spiega il presidente della Georgia. Ecco perché tutti scendono in strada, a cominciare dai giovani georgiani”.

Il testo dovrà ancora superare una terza lettura e il presidente, in conflitto con il partito al governo, potrà porre il veto. Secondo lei, questa legge controversa “è copiato da una legge russa” E “è attraverso una legge simile che la Russia ha allineato le ONG”.

“Al di là di questa legge, divenuta simbolo della svolta presa dal partito al governo, ci sono un certo numero di leggi che vanno in una direzione radicalmente contraria a quanto chiede l’Unione Europea per aprire i negoziati di adesione al termine del anno.”

Salome Zourabishvili, presidente della Georgia

su FranciaInter

“C’è tanta unità nella popolazione, nei giovani, nell’emigrazione georgiana che oggi è molto numerosaperò, Salomé Zourabichvili è soddisfatta. Tutta quella che è la nuova Georgia è assolutamente determinata a non rischiare di abbandonare il futuro europeo.” “La Georgia non è mai stata filo-russa e non lo sarà mai”lei finì.

Se approvata, questa legge imporrà a qualsiasi ONG o organizzazione mediatica che riceve più del 20% dei propri finanziamenti dall’estero di registrarsi come“organizzazione che persegue gli interessi di una potenza straniera”.

-

PREV mobilitazioni per impedire l’arresto dei migranti soggetti a deportazione in Ruanda
NEXT Inquietante scomparsa di una coppia sull’isola di Tenerife: il corpo di Laura è stato ritrovato smembrato con un sacco in testa