“Türkiye si unirà al processo avviato dal Sudafrica contro Israele presso l’ICJ”

“Türkiye si unirà al processo avviato dal Sudafrica contro Israele presso l’ICJ”
“Türkiye si unirà al processo avviato dal Sudafrica contro Israele presso l’ICJ”
-

AA / Ankara / Mehmet Sah Yilmaz – Sumeyye Dilara Dincer

“La Turchia ha deciso di unirsi al processo (per genocidio) avviato dal Sudafrica contro Israele presso la Corte internazionale di giustizia”, ​​ha dichiarato Hakan Fidan, ministro degli Affari esteri turco.

Il capo della diplomazia turca ha tenuto questo mercoledì ad Ankara una conferenza stampa congiunta con il suo omologo indonesiano, Retno Marsudi, in visita in Turchia.

I due ministri hanno discusso, tra gli altri argomenti, della Palestina e della situazione a Gaza.

“Ci auguriamo che con questa misura il processo davanti alla Corte internazionale di giustizia si muova nella giusta direzione”, ha aggiunto Hakan Fidan.

Ha detto che gli sforzi di Türkiye riguardo alla sua richiesta sono in corso da “molto tempo”, aggiungendo che Ankara completerà presto il suo lavoro legale sul caso.

“Allo stesso tempo, continueremo a lavorare con tutti i paesi amici e alleati su cosa si può fare di più su questo tema”, ha affermato.

Hakan Fidan ha inoltre affermato che Ankara continuerà a sostenere il popolo palestinese “in ogni circostanza”.

Alla fine dell’anno scorso, il Sudafrica si è rivolto alla Corte internazionale di giustizia per denunciare il genocidio commesso da Israele nella Striscia di Gaza.

Una sentenza provvisoria di gennaio ha ordinato a Tel Aviv di porre fine agli atti di genocidio e di adottare misure per garantire la consegna di aiuti umanitari ai civili nella Striscia di Gaza.

Il Sudafrica si è rivolto alla Corte internazionale di giustizia alla fine del 2023 per denunciare il genocidio commesso da Israele nella Striscia di Gaza

Secondo Palestine e United, l’offensiva mortale contro la Striscia di Gaza ha provocato più di 112.000 vittime (tra morti e feriti), la maggior parte dei quali sono donne e bambini, e circa 10.000 dispersi Dati delle nazioni.

Israele continua questa guerra nonostante una risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che chiede la fine immediata dei combattimenti e un ordine della Corte Internazionale di Giustizia che fornisce misure provvisorie per prevenire il genocidio e migliorare la situazione umanitaria a Gaza.

*Tradotto dall’inglese da Alex Sinhan Bogmis

Solo una parte dei dispacci che l’Agenzia Anadolu trasmette ai suoi abbonati tramite il sistema di radiodiffusione interna (HAS) viene trasmessa in forma sintetica sul sito web dell’AA. Vi preghiamo di contattarci per iscrivervi.

-

PREV Mobilitazione a sostegno di Gaza: scontri e arresti nei campus americani – 01/05/2024 ore 19:30
NEXT Elezioni legislative in Togo: soddisfatti gli osservatori internazionali | TV5MONDE