“Il Secondo Atto” di Quentin Dupieux, una satira molto divertente sul cinema, ma non solo

“Il Secondo Atto” di Quentin Dupieux, una satira molto divertente sul cinema, ma non solo
“Il Secondo Atto” di Quentin Dupieux, una satira molto divertente sul cinema, ma non solo
-

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

CINEMA – Cosa significa essere un attore e cos’è in definitiva un film? Quentin Dupieux prova a rispondere a queste domande Il secondo atto. Presentato all’apertura del 77° Festival di Cannes, subito dopo la Palma d’Oro alla carriera assegnata a Meryl Streep e la cerimonia di apertura presentata da Camille Cottin, Il secondo atto è nelle sale da mercoledì 15 maggio. Un lungometraggio davvero molto divertente, ma non solo.

Con Il secondo atto che abbiamo visto a Cannes, il regista di Yannick vuole rompere di nuovo il 4° muro. Per fare questo, ha immaginato un film su una caotica ripresa cinematografica. Niente di rivoluzionario, ci direte senza dubbio. Fiasco recentemente lo ha fatto in una versione in serie, il film Fare di di Cédric Kahn l’ha affrontato anche l’anno scorso. Ma questa volta Quentin Dupieux ha scelto di operare con una tripla mise en abyme. Ed è qui che la cosa diventa davvero interessante. Le nozioni di finzione e realtà si intrecciano senza che riusciamo davvero a districarle.

Nel casting troviamo Louis Garrel nei panni di David. Vincent Lindon interpreta Guillaume, Raphaël Quenard interpreta Willy e Léa Seydoux interpreta Florence. Al loro fianco c’è anche Manuel Guillot nei panni di Stéphane. Non è la quinta ruota, anche se sembra essere sullo sfondo. Apre il film e lo chiude. E forse illustra nel modo più appropriato ciò che significa veramente essere un attore per la stragrande maggioranza delle persone che sognano di appartenere a questo circolo molto ristretto. Esci dai luccichii e dagli esaurimenti nervosi degli attori egocentrici. Qui la paura del palcoscenico paralizza, la delusione schiaccia e gli spettatori provano la stessa cosa.

Non è un caso che Quentin Dupieux abbia scelto Manuel Guillot, doppiatore e attore pubblicitario, per interpretare questo personaggio. Sul tappeto rosso della cerimonia di apertura di martedì 14 maggio, l’attore ha dichiarato al microfono di France.tv “ Sei mesi fa, avevo molte difficoltà a ottenere i casting, ho fatto questo casting magico, ed eccomi qui. »

Il secondo attouna commedia feroce

Stia tranquillo, Il secondo atto e anche una commedia. Se ti piacciono le risposte feroci, sarai servito. I dialoghi scorrono a una velocità incredibile tra i quattro personaggi principali (che in realtà sono cinque, come avete capito). Frase dopo frase, e in tempi record, tutto ciò che può far rabbrividire viene affrontato in maniera ironica, a volte addirittura francamente piccante, dai protagonisti.

Ci sono argomenti “facili”, come la presunta megalomania degli attori, i sogni hollywoodiani delle star francesi, le pretese di artisti impegnati, la paura del palcoscenico vissuta dagli attori dilettanti, l’intelligenza artificiale, o anche l’assoluta necessità per gli attori che sono al al centro dell’attenzione per essere irreprensibili nelle loro parole. E oggi ci sono temi molto più delicati, in particolare la cultura dell’annullamento e la violenza sessuale.

In 1 ora e 20 minuti, Quentin Dupieux spazza, schizza e stuzzica la settima arte, ricordando agli spettatori e agli attori di cosa è realmente fatta.

Vedi anche su HuffPost :

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Road House 2 in preparazione… Con Conor McGregor?
NEXT Stasera in TV: è uno dei migliori film di supereroi e forse lo avrete dimenticato! – Notizie sul cinema