“Un divario generazionale” La crisi Marvel è dovuta ai fan e non ai supereroi!

“Un divario generazionale” La crisi Marvel è dovuta ai fan e non ai supereroi!
“Un divario generazionale” La crisi Marvel è dovuta ai fan e non ai supereroi!
-

Notizie sulla cultura “Un divario generazionale” La crisi Marvel è dovuta ai fan e non ai supereroi!

Pubblicato il 02/05/2024 alle 18:55

Suddividere :

I fratelli Anthony e Joe Russo hanno discusso della stanchezza del pubblico nei confronti dei supereroi. Secondo loro la colpa non è del cinema, ma della morale del pubblico, che è cambiata. Gli spettatori non hanno più la stessa visione dei registi.

Avendo lavorato a film come Capitan America: Il Soldato d’Inverno nel 2014 o anche in seguito Fine del gioco dei Vendicatori nel 2019, i fratelli Russo non sono il loro primo tentativo di dirigere film meraviglia. Tuttavia, è passato un po’ di tempo dall’ultima volta MCU prosegue con difficoltà e punteggi nella media al botteghino mondiale. Per i cineasti è uno shock generazionale.

Abbonati a Disney+


Stanchezza crescente

La ricezione (qualità?) di film e serie Studi Marvel è in declino da molti mesi. Lo studio sta attraversando il suo periodo più difficile, con Le Meraviglieche è diventato il film con il minor incasso nella storia del Marvel Cinematic Universe. Secondo Anthony Russo la stanchezza è generale. Almeno questo è quello che ha detto a GamesRadar al festival cinematografico internazionale in Scozia.

Il problema della fatica dei supereroi esisteva molto prima del nostro lavoro. Quindi questa è una specie di lamentela continua, che citavamo nei nostri primi giorni nel business dei supereroi.

Continua affermando coloro che si sono lamentati dei western. Durarono decenni e decenni. Sono stati continuamente reinventati e portati a nuovi livelli nel corso del tempo. Tuttavia, ci siamo lamentati allo stesso modo. Per quanto riguarda Joe Russo, ecco cosa pensa di tutto questo:

Penso che sia un riflesso dello stato attuale di tutto. È dura in questo momento, ma è un momento interessante. Penso che siamo in un periodo di transizione e le persone non sanno ancora come riceveranno le storie in futuro, o che tipo di storie vorranno.


La generazione del “tutto e subito”.

Joe Russo prosegue e parla di scontro generazionale.

C’è un grande divario generazionale nel modo in cui consumiamo i media. C’è una generazione che è abituata a vedere i film su appuntamento e ad andare al cinema in una certa data per vedere questa produzione o quell’opera, ma sta invecchiando.

Questo è un momento molto diverso da quello che il mondo ha mai conosciuto. La digitalizzazione, questo mondo digitale a portata di mano, ha davvero cambiato questa settima arte, ma nessuno sa quale forma assumerà questo cambiamento. Tutti, compreso meraviglia, sperimenta la stessa cosa. Questo è senza dubbio ciò che gioca di più sui successi e sui non successi dei film di supereroi di oggi.

Questa pagina contiene link di affiliazione ad alcuni prodotti che JV ha selezionato per te. Ogni acquisto che farai cliccando su uno di questi link non ti costerà di più, ma l’e-merchant ci pagherà una commissione. I prezzi indicati nell’articolo sono quelli offerti dai siti commerciali al momento della pubblicazione dell’articolo e tali prezzi potrebbero variare a sola discrezione del sito commerciale senza che JV ne venga informata.
Saperne di più.

-

PREV «Continuerò a difenderli»: preso di mira dai commenti di JK Rowling, risponde Daniel Radcliffe
NEXT perché era prevedibile (e perché è una brutta notizia)