Secondo quanto riferito, il sequel del film “Il diavolo veste Prada” sarebbe in fase di sviluppo

Secondo quanto riferito, il sequel del film “Il diavolo veste Prada” sarebbe in fase di sviluppo
Secondo quanto riferito, il sequel del film “Il diavolo veste Prada” sarebbe in fase di sviluppo
-

Il seguito IL Il diavolo veste Prada (Il diavolo veste Prada in inglese) sarebbe in preparazione alla Disney.

• Leggi anche: Meryl Streep premiata con la Palma d’Oro onoraria a Cannes

• Leggi anche: Anne Hathaway grata per il sostegno dell'”angelo” Christopher Nolan

Secondo Deadline, la sceneggiatrice originale Aline Brosh McKenna è stata scelta per scrivere il secondo capitolo della commedia di successo del 2006 con Anne Hathaway, Meryl Streep ed Emily Blunt. Secondo alcune fonti, Meryl Streep ed Emily Blunt potrebbero firmare il loro ritorno.

Il diavolo veste Prada ha seguito la laureata Andrea Sachs, interpretata da Anne Hathaway, che ha ottenuto un lavoro come assistente junior del potente ed esigente redattore capo della rivista Runway, Miranda Priestly.



Foto Cindy Ord/Getty Images/AFP

Anne Hathaway

La performance di Mery Streep le è valsa un Golden Globe e una nomination all’Oscar, mentre Emily Blunt ha impressionato positivamente la critica nel ruolo di Emily Charlton, la severa assistente senior di Miranda.

Il seguito, la cui storia seguirà il caporedattore alle prese con il declino dell’industria editoriale delle riviste, potrebbe vedere il ritorno delle due attrici. Addetti ai lavori dicono che Miranda Priestly è contraria a Emily Charlton, ora dirigente senior che lavora per un gruppo di lusso, mentre il regista lotta per far uscire i dollari pubblicitari dall’azienda.



Foto ANGELA WEISS/AFP

Emily Blunt

Nel 2002, Emily Blunt rivelò che avrebbe ripreso il suo ruolo “senza esitazione”. Non è ancora noto se Anne Hathaway sarà coinvolta, ma lei ha già espresso dubbi su una seconda parte.

“Non so se può esserci un seguito”, ha detto durante uno spettacolo La vista. “Penso solo che questo film sia stato realizzato in un periodo diverso. Oggi tutto è diventato così digitale e questo film è incentrato sul concetto di produrre un oggetto fisico ed è semplicemente molto diverso”.

Secondo quanto riferito, David Frankel, che ha diretto il film originale, sarebbe in trattative per tornare, mentre si dice che anche la produttrice Wendy Finerman sia a bordo.

Il diavolo veste Prada è basato sul romanzo omonimo del 2003 di Lauren Weisberger.

-

PREV Sposata a prima vista nel 2024: Ophélie legata a Raphaël, ci rivela cosa pensa delle reazioni di Loïc e Ludivine: “Non capisco proprio…”
NEXT Céline de Roany torna con un terzo thriller