A Pont-l’Abbé, Camille Plouzennec è la nuova regina dei ricami

-

La corona è un affare di famiglia per i Plouzennec. Tre anni dopo Anaëlle, è Camille, la più giovane dei fratelli, ad accedere al trono di Regina delle Ricamatrici, a 21 anni. La giovane di Tréméoc ha avuto la sua ora di gloria questa domenica 7 luglio 2024 durante la sua elezione al Bois Saint-Laurent, a Pont-l’Abbé. Per l’occasione si sono riunite 36 regine di tutte le generazioni. “Questo è il risultato della mia devozione dopo sedici anni di buon e leale servizio all’interno del circolo Ar Vro Vigoudenn”, commenta la nuova regina.

“I giovani mantengono viva la cultura bretone”

Circondata dalle sue damigelle Luana Oriot, 17 anni, e Theresia Mischke, 18 anni, Camille indossa con orgoglio il suo copricapo personale di circa trenta centimetri, questa domenica a Pont-l’Abbé. Essere incoronati sul trono durante il 70esimo anniversario del festival ha un sapore particolare: “Dimostra che i giovani tengono viva la cultura bretone, ne siamo tutti orgogliosi”, commenta il successore di Déborah Diquelou che non nasconde di sentirsi “un un po’ di stress da responsabilità”.

Camille Plouzennec non ha potuto trattenere le lacrime al momento della sua incoronazione. (Le Télégramme/Jérôme Le Boursicot)

Giovane sportiva

Laureata allo Staps, Camille Plouzennec inizierà un master a Brest il prossimo settembre, con l’obiettivo di diventare insegnante di educazione fisica. Ha già preparato il suo dossier per concorrere al titolo di Regina di Cornovaglia, creando un collegamento con i suoi studi. Sarà incentrato sullo “sport tra i Bigouden dal 1870 al 1940”.

La giovane ritiene che il circolo di Ar Vro Vigoudenn “sia più di una famiglia, visto il tempo che vi trascorro”. È anche membro del comitato amministrativo dell’associazione.

«Prima di essere eletta regina, ho ricevuto preziosi consigli da mia sorella, da Gwen Richard, regina 2017, e da Marie Beaussart, regina 2022», aggiunge.

Un outfit degno dell’evento

Per l’occasione, la nuova regina ha indossato i suoi abiti festivi più belli e ha presentato un costume nuziale tradizionale degli anni ’40. Il suo gilet giallo è un pezzo autentico, così come la sua bomboniera, che le è stata lasciata in eredità da una vicina di Treméocois che ho conosciuto. sono sposato con. Il grembiule è stato fornito dal circolo. La coccarda sembra essere il pezzo forte dell’outfit: “È una ricostruzione che abbiamo appena bordato”, spiega la giovane.

Camille Plouzennec spera di “divertirsi” durante questo mandato e non dimentica di ricordare che un’esperienza come questa “si verifica solo una volta nella vita”.

-

PREV Spagna: sei persone ferite durante il primo “encierro” dei festival di Pamplona
NEXT Missy Elliott ha rinviato il tour per prendersi cura del suo cane