i primi “big” headliner elettrizzano i Malsaucy, rivivendo il primo giorno del festival

i primi “big” headliner elettrizzano i Malsaucy, rivivendo il primo giorno del festival
i primi “big” headliner elettrizzano i Malsaucy, rivivendo il primo giorno del festival
-

Mercoledì pomeriggio, sotto una pioggia battente, abbiamo fatto il punto della situazione con Ilyes Ghouil, creatore del sito Météo Franc-Comtoise e consulente meteorologico degli Eurockéennes.

E diciamolo subito, questa edizione del festival non sarà benedetta dagli dei, almeno per quanto riguarda il clima. “Giovedì: molto nuvoloso e rischio di rovesci fino alle 20.00. Venerdì: giornata estiva con cielo leggermente nuvoloso. Sabato: piogge abbondanti e regolari fino a sera. Domenica: graduale miglioramento e ritorno alla siccità in serata”, riassume Ilyes Ghouil.

Aggiornato ogni giorno

«Facciamo aggiornamenti regolari con il festival e aggiorniamo i dati sul sito ogni giorno a mezzogiorno», precisa ancora il giovane. Perché resta da chiarire quando inizierà a piovere questo sabato e come evacuerà questo fronte piovoso domenica.

L’unica buona notizia è che il festival non ha nulla da temere per quanto riguarda un possibile temporale o un’allerta maltempo. “Sabato si è sentito qualche rumore, ma niente di particolarmente tempestoso”, assicura il giovane.

Per ora il festival sta attraversando un fronte nordoccidentale che spiega il clima fresco. “Ma venerdì saliremo fino a 23°C con un flusso da sud-ovest.

Piuttosto stivali

Insomma, i frequentatori del festival sono quindi invitati a portare con sé qualcosa per ripararsi dalla pioggia, dal fresco della sera e dal fango. Evita il piccolo paio di scarpe da ginnastica nuove di zecca altrimenti dovrai buttarle via. Ti consigliamo di optare per la trilogia stivali-antipioggia-pile e di non esitare a includere uno o due sacchi per la spazzatura che potrebbero rivelarsi preziosi.

Bisognerà occuparsi anche di terreno umido e grasso. Perché dall’inizio del progetto il tempo è rimasto piovoso e non ha permesso che il terreno si asciugasse. E sappiamo che il terreno della Malsaucy può trasformarsi rapidamente in un campo di fango, cosa che dovrebbe accadere con l’arrivo di migliaia di partecipanti al festival.

Mercoledì il festival ha annullato le visite previste con i residenti del sito “a causa delle forti piogge degli ultimi giorni” che non hanno facilitato il lavoro dell’équipe tecnica.

-

PREV Dieci anni dopo, Saïxol Anthony Viala torna nello spettacolo Non dimenticare i testi
NEXT “Qualcosa in più.” Artus vuole creare un villaggio vacanze per persone con disabilità