Ricercato dal Belgio, arrestato in Italia il cantante maliano

-

Rokia Traoré dovrà spiegare in tribunale. Il cantante maliano è stato arrestato in Italia a seguito di una condanna in Belgio per un caso di mancata rappresentanza di un minore, ha annunciato domenica la procura di Bruxelles.

Era stata precedentemente arrestata nel marzo 2020 a Parigi con un mandato d’arresto europeo perché un tribunale belga le aveva ordinato di restituire sua figlia, che ora aveva nove anni, al padre belga della bambina, Jan Goossens. In questo caso il cantante e chitarrista è stato condannato in contumacia a ottobre a due anni di carcere.

In Italia per un concerto

I media italiani hanno riferito che la musicista è stata arrestata venerdì all’aeroporto di Roma Fiumicino, dove era appena atterrata per esibirsi in un concerto nel paese. Secondo un portavoce dell’aeroporto, la polizia di frontiera ha confermato l’arresto di Rokia Traoré. Le autorità italiane non hanno ancora commentato le informazioni.

La Procura di Bruxelles ha dal canto suo indicato che “l’arresto della signora Traoré in Italia fa seguito ad una decisione del tribunale penale di Bruxelles del 18 ottobre 2023 che ha condannato l’interessato, in contumacia, a una pena di due anni di reclusione. reclusione per mancata rappresentanza di minore” alla persona che ha la custodia del minore. Dopo il suo arresto nel marzo 2020 a Parigi e nonostante il divieto di lasciare la Francia, l’artista è volato con la figlia in Mali.

Trattative infruttuose

Secondo l’avvocato belga Sven Mary, che rappresenta il padre del bambino, il suo cliente non ha il minimo contatto con la figlia, che vive in Mali, da più di cinque anni. “Jan Goossens negli ultimi anni, con molta regolarità, (…) ha proposto a Rokia Traoré di concludere un nuovo accordo familiare, convalidato dai tribunali maliano e belga, per sfuggire a questo incubo e garantire alla figlia un futuro con i suoi due genitori ”, ha assicurato Sven Mary. Ma, secondo lui, lei “ha rifiutato tutti questi approcci e tentativi di soluzione”.

Oltre alla sua carriera musicale di successo, Rokia Traoré è nota anche per il suo sostegno ai rifugiati. È diventata ambasciatrice dei rifugiati delle Nazioni Unite nel 2015.

-

NEXT Novità da Kendji Girac: infortunio, indagini e ritorno in scena