Il passato oscuro dell’ottantenne riemerge dopo essere stato decapitato da un camion

Il passato oscuro dell’ottantenne riemerge dopo essere stato decapitato da un camion
Il passato oscuro dell’ottantenne riemerge dopo essere stato decapitato da un camion
-

L’ottuagenario morto in circostanze orribili aveva un passato travagliato, rivela New York Post.

Il 12 giugno, Anthony Conigliaro stava attraversando un incrocio a Brooklyn, New York, quando un camion cittadino che svoltava lo colpì mortalmente, separandogli la testa dal corpo. Si trovava a diversi metri dal resto dei resti quando sono arrivati ​​i soccorsi.

Si tratta però di un ex mafioso, capo della famosa famiglia Genovese, uno dei cinque principali clan della Grande Mela formatosi tra la fine del XIX secoloe secolo e l’inizio del 20e secolo.

Durante la sua carriera criminale, l’uomo che portava i soprannomi di “Tony Cakes” e Tony The Dessert Man, è stato un membro attivo, strozzino e persino “capo” del clan genovese.

È stato arrestato nel 1999 per reati di strozzinaggio e una seconda volta nel 2006 per furto aggravato. Alla fine si è dichiarato colpevole di accuse di racket, un crimine per il quale ha ricevuto 13 mesi di prigione.

Tuttavia da diversi anni viveva tranquillamente in un appartamento nel quartiere di Bay Ridge.

“Ha passato la vita a guardarsi alle spalle, ma si è dimenticato di guardare in entrambe le direzioni prima di attraversare la strada”, ha detto un agente di polizia New York Post.

-

PREV Luana Belmondo affronta nuovamente l’ex marito Paul Belmondo dopo aver parlato apertamente
NEXT Angelina Jolie chiede a Brad Pitt di abbandonare la causa per “mettere finalmente la loro famiglia sulla via della guarigione”