un festival musicale salvato dalle acque

-

Vedendo i volti sorridenti e rilassati delle persone venerdì 21 giugno 2024 per le strade, tutti hanno approfittato del momento presente. Come un momento di armonia, lontano dal tumulto politico. Senza note false. Il sole e la dolcezza in più.

A Tours una sessantina di gruppi hanno preso possesso dello spazio pubblico, all’interno e all’esterno, talvolta in luoghi emblematici e originali.

La corte di Tours ha nuovamente aperto le sue porte al pubblico e ai musicisti in occasione del Festival della Musica. Questa volta è stato il coro Lume, con i suoi canti tradizionali e le sue polifonie vocali, a sfruttare l’acustica del luogo.
© Foto NR, Julien Pruvost

Il patio-giardino del tribunale ha accolto una capienza di 300 persone per l’Ensemble Lume, un coro associativo di canti tradizionali e polifonici.

L’Orchestra Popolare dell’Opera di Tours si è esibita per la prima volta, la sera del Festival della Musica, sul palco del Grand Théâtre de Tours. Concerto che si è svolto dopo quello del Coro Popolare.
© Foto NR, Julien Pruvost

Il Grand Théâtre ha offerto per la prima volta il suo palco alla sua Orchestra Popolare composta da 70 musicisti.

Inizialmente previsti nel cortile della sala Ockeghem, i concerti si sono infine svolti al chiuso a causa dei capricci del tempo. Questa è la prima bozza di una band post-rock/shoegaze.

Inizialmente previsti nel cortile della sala Ockeghem, i concerti si sono infine svolti al chiuso a causa dei capricci del tempo. Questa è la prima bozza di una band post-rock/shoegaze.
© Foto NR, Julien Pruvost

Le volte di Ockeghem hanno convertito in energia pura le interpretazioni post-rock del duo Touraine First Draft. Tre sale, tre atmosfere e tanti altri motivi per uscire in strada per bere un drink, ballare o guardare da una terrazza la partita di calcio Francia – Olanda.

Davanti alla chiesa Saint-Julien, allievi ed insegnanti della scuola di ballo Swing on the rock in piena manifestazione.

Davanti alla chiesa Saint-Julien, allievi ed insegnanti della scuola di ballo Swing on the rock in piena manifestazione.
© Foto NR, Julien Pruvost

Classici pop e folk rivisitati dal duo PETITS, nel giardino del Museo delle Belle Arti.

Classici pop e folk rivisitati dal duo PETITS, nel giardino del Museo delle Belle Arti.
© Foto NR, Julien Pruvost

Le strade di Vieux-Tours sono molto animate durante la sera della Fête de la Musique.

Le strade di Vieux-Tours sono molto animate durante la sera della Fête de la Musique.
© Foto NR, Julien Pruvost

Roccia a Chinon

Il gruppo Foo Fingers, capitanato da Isalys, 17 anni e mezzo, ha preso il sopravvento I pretendenti dei Foo Fighters, facendo risuonare il rock nel centro della città di Chinon.

Il gruppo Foo Fingers, nel centro di Chinon.

Il gruppo Foo Fingers, nel centro di Chinon.
© (Foto NR, Oriane Cuenoud)

Le Prop’timbanks ad Amboise

È con canzoni, soprattutto francesi, che il gruppo Les Prop’timbank ha partecipato all’intrattenimento musicale ad Amboise, nello spazio Henri-d’Orléans.

Il gruppo vocale Les Prop'timbank ad Amboise.

Il gruppo vocale Les Prop’timbank ad Amboise.
© (Foto cor. NR, Jean-Claude Louet)

A Loches, un festival musicale protetto

Avevamo tirato fuori gli impermeabili e gli impermeabili a Loches, ma la canzone dei Lillith (Béatrice, Christelle e Marie) ha fatto smettere di piovere, per la durata di una canzone di James Blunt.

Béatrice, Christelle e Marie durante una calma a Loches.

Béatrice, Christelle e Marie durante una calma a Loches.
© (Foto NR, Bruno Bouchet)

-

NEXT Novità da Kendji Girac: infortunio, indagini e ritorno in scena