Il regista Julien Gosselin nominato direttore del teatro Odéon – Libération

Il regista Julien Gosselin nominato direttore del teatro Odéon – Libération
Il regista Julien Gosselin nominato direttore del teatro Odéon – Libération
-

Conosciuto per i suoi impressionanti adattamenti, l’artista, nominato questo 21 giugno da Emmanuel Macron, succede a Stéphane Braunschweig. Come direttore della sede parigina, notoriamente difficile, dovrà “garantire la versatilità” del luogo, nonostante la mancanza di risorse criticata dal suo predecessore.

Quindi è proprio lui, la voce era vera e non possiamo lamentarci. Da più di un mese aveva annunciato il regista Julien Gosselin come prossimo direttore del teatro Odéon-théâtre de l’Europe. Siamo rimasti semplicemente sorpresi che la suspense si trascinasse. Il regista più amato in queste pagine, fondatore del collettivo Se potessi leccarmi il cuore, e la cui ultima creazione, Estinzioni, secondo Thomas Bernhard, Schnitzler e Hofmannsthal è stato creato all’ultimo festival di Avignone, è stato appena nominato dal Presidente della Repubblica, questo 21 giugno, alla direzione del teatro, su proposta del Ministro della Cultura, Rachida Dati.

“Il paradosso dei grandi teatri nazionali”

Subentra a Stéphane Braunschweig, che aveva annunciato a dicembre di Pubblicazione di non presentarsi nella propria tenuta, per totale assenza di margine artistico per portare avanti il ​​suo progetto, che prevede creazioni, inviti a numerose mostre estere, rischi e scoperte. Una quadratura del cerchio tale che tutti gli altri direttori si sono avvicinati – Thomas Jolly, Thomas Ostermeier – hanno declinato le avance fatte loro. Cosa farà Julien Gosselin che avrebbe accettato questo incarico senza un aumento del budget? Alla fine ha ottenuto dal ministro della Cultura, molto probabilmente di breve durata, assicurazioni che le risorse finanziarie sarebbero arrivate in soccorso? Ha intenzione di avviare trattative per modificare il contratto collettivo ritenuto molto difficile da riscrivere a favore del margine artistico?

“Il paradosso di questi grandi teatri nazionali è che sono funzionanti ma senza mezzi per l’attività artistica. Senza un aumento del sussidio, Julien corre un grosso rischio. analizza un artista ed ex direttore di una grande casa. La nomina di Gosselin, noto per i suoi impressionanti adattamenti di opere letterarie tra cui Particelle elementari di Houellebecq nel 2013, e il romanzo fluviale di Roberto Bolaño 2666 nel 2016, si interroga sulla strategia che potrebbe essere propria per riuscire a mostrare opere di respiro internazionale – sue e altrui – ma anche a portarle in tournée poiché l’Odéon ne è produttore.

Programmazione aperta ad artisti da tutto il mondo

Nel suo comunicato stampa, Rachida Dati conferma tuttavia che la missione di Julien Gosselin sarà quella di garantire la versatilità offerta dal teatro Odéon e dagli Ateliers Berthier, offrendo al tempo stesso una programmazione aperta ad artisti di tutto il mondo, concerti e conferenze sul sito storico, nonché come momenti salienti del festival. Julien Gosselin entrerà in carica il 15 luglio 2024. Non ha mai diretto un teatro prima. Alla vigilia delle elezioni legislative, ha preso il timone di questo grande teatro pubblico noto per essere difficile in un contesto politico incredibilmente incerto. Dovrebbe farne un luogo di resistenza?

-

NEXT Novità da Kendji Girac: infortunio, indagini e ritorno in scena