Musica celtica: Alan Stivell suona domenica a Fougères

Musica celtica: Alan Stivell suona domenica a Fougères
Musica celtica: Alan Stivell suona domenica a Fougères
-

Di

Hervé Pittoni

pubblicato su

21 giugno 2024 alle 8:00

Vedi le mie notizie
Segui La cronaca repubblicana

All’età di dieci anni, Alan Stivell risuonò nella cattedrale di Valvole il Telenn Gentañ, per primo Arpa celtica della Bretagna moderna.

Settant’anni dopo, se ne va il percorso delle chiese e delle cattedrali dalla Bretagna e dall’Europa, per presentare un progetto unico: un concerto che rivisita la sua opera in un formato intimo, Cuore e anima, Kalon hag Ene.

Titoli fondatori e pezzi rari saranno messi in risalto in una formula appositamente adattata a questo ritorno alle fonti: la sua voce e la sua ultima arpa progettata dall’artista stesso, offrendo purezza cristallina così come le possibilità dell’elettronica, e accompagnati da Tangi Miossectastierista eccezionale.

“Un triskell di eventi” dagli anni ’60

A 80 anni, Alan Stivell ristampa i suoi primi quattro album leggendari (dal 1970 al 1975).

Ha appena pubblicato anche un’autobiografia.

Video: attualmente su Actu

Per raccontare la mia vita non sarebbe interessante limitarmi a fare un calendario di quello che ho fatto. Perché la cosa incredibile di quello che mi è successo è stata questa serie di eventi nei primi anni ’60 che mi hanno aiutato a iniziare. La nuova arpa ideata da mio padre, che potevo suonare in piedi e che mi ha permesso di entrare nel mondo a cui miravo, quello della musica rock e pop. Allo stesso tempo, la musica pop anglosassone converge completamente con ciò che voglio fare e con il folk americano in Francia. E poi il centro americano di Parigi mi permette di mettere piede nella porta. In effetti, molti eventi fortunati li ho colti al volo

Alan Stivell, lo scorso febbraio su actu.fr.

Alan Stivell non manca di nuove idee: suonerà il 15 agosto al festival metal rock Motocultor, a Carhaix!

“Quando sei un musicista hai orecchie per tutto, hai una curiosità profonda, anche senza volerlo. Assorbirò influenze, colori e suoni. Quindi la mia musica è sempre al presente. In ognuno dei miei concerti il ​​pubblico ha la sensazione di ascoltare musica di oggi, anche quando faccio cover di vecchie canzoni. Sono influenzato dal mio tempo, ma non sono soggetto alla moda”, ha detto lo scorso febbraio.

Domenica 23 giugno, 18, chiesa Saint-Léonard, Fougères. Prezzo pubblico: posto libero: 45€. Punti vendita: www.213productions.fr / 02 99 94 50 18 e punti vendita abituali.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

-

PREV Quinté+: Preparate il foglio Quinté+ per questa domenica, 14 luglio
NEXT Novità da Kendji Girac: infortunio, indagini e ritorno in scena