VIDEO. Scopri la nuova casa delle giraffe allo zoo La Flèche

VIDEO. Scopri la nuova casa delle giraffe allo zoo La Flèche
VIDEO. Scopri la nuova casa delle giraffe allo zoo La Flèche
-

Da qualche giorno Uzul e la sua famigliola, tre femmine riproduttrici e tre giovani maschi, hanno scoperto la loro nuova casa. Il gruppo di giraffe, precedentemente situato nella parte storica dello zoo La Flèche, non è stato da meno. Rispetto all’edificio precedente, questa nuova casa per gli erbivori dal collo lungo è come un hotel a cinque stelle.

“Tutto è stato pensato per il loro comfort”

L’edificio con una superficie di circa 500 metri quadrati è tre volte più grande di quello occupato in precedenza. “Tutto è stato pensato ad altezza delle giraffe per permettere loro di muoversi con molta libertà e molto spazio”spiega Cyril Hue, veterinario dello zoo La Flèche, “infatti tutto è stato pensato per il loro comfort. Il riscaldamento, la grandezza delle stalle, anche la vicinanza degli animali…”

Il parco ha anche investito in una nuova attrezzatura chiamata “tamer”. Lo zoo di La Flèche è il secondo in Francia, dopo quello di Vincennes, a dotarsi di queste attrezzature importate direttamente dagli Stati Uniti, e che offre a detentori e veterinari un accesso sicuro agli animali, che consente, in molti casi, di evitare il uso dell’anestesia. Un’acquisizione che rappresenta una spesa di 80.000 dollari, poco meno di 75.000 euro.

Una trentina di animali nella pianura

Per ora Uzul e il suo harem sono nella fase di acclimatazione. Scoprono il loro nuovo ambiente e vedono, dal paddock, il loro futuro parco giochi. Il grande progetto dello zoo La Flèche: una pianura africana in cui potranno scatenarsi tra pochi giorni, probabilmente nella prima metà di luglio.

Uno spazio di 2 ettari che dovranno condividere. Il pubblico potrà vedere zebre, antilopi, struzzi e altri uccelli africani. Lì convivranno una trentina di animali. Ad alcuni piacciono le due zebre, una femmina di due anni e sua madre, e due delle tre antilopi sono già arrivate. Questa fauna scopre anche una seconda nuova costruzione vicino a quella delle giraffe.

Una terza fase è stata lanciata in autunno

Per portare a termine questo progetto, che lo zoo stava sviluppando da molti anni, sono stati necessari diciotto mesi di lavoro e un investimento di 3 milioni di euro. “È stato complesso da mettere in atto perché c’erano diversi problemi”spiega Cyril Hue, “finanziaria, perché la dotazione è enorme per tutta la regione africana”. Anche il terreno, il parco doveva essere in grado di acquisire nuovi terreni.

Con questa estensione che rappresenta quasi 3 ettari in totale, “siamo nella seconda fase di sviluppo della pianura africana. Il primo è stato il resort con i ghepardi e i leoni”. La terza fase dovrebbe essere avviata a partire dall’autunno. “L’idea sta diventando più chiara, ma manteniamo l’elemento sorpresa”conclude Cyril Hue, prima di aggiungere “Abbiamo due o tre anni prima di realizzare qualcosa di finito. »

-

NEXT Novità da Kendji Girac: infortunio, indagini e ritorno in scena