Capsule, attivazioni, discorsi… i marchi di moda francesi si stanno preparando per i Giochi Olimpici

-

Pronti, partenza, via! La capitale si prepara ai Giochi Olimpici e Paralimpici. Se avvertiamo una certa riluttanza a realizzare attivazioni in tema di Olimpiadi – le partnership legate all’evento sono molto regolamentate a livello legale – alcuni marchi di moda francesi si stanno riscaldando con un tour primaverile. In occasione di questa grande massa di sport che entusiasmerà i tifosi francesi e internazionali dal 26 luglio, etichette, marchi e grandi magazzini entrano in azione con capsule e discorsi decisamente sportivi.

Maje si tuffa nell’abbigliamento sportivo chic

La label parigina Maje lancerà il 2 luglio, in tempo per i Giochi, una capsuleathleisure sofisticato punteggiato da strass scintillanti e progettato in materiali tecnici nero corvino.

Maje – Maje

Maje unisce le forze con Élodie Clouvel, campionessa olimpica di pentathlon moderno (scherma, nuoto, equitazione, tiro con la pistola e corsa) per incarnare questa capsula sporty-chic. Con l’atleta di Saint-Etienne che ha brillato ai Giochi estivi di Rio nel 2016, la marca premium fondata da Judith Milgrom nel 1998 ha immaginato una collezione casual ed elegante composta in particolare da un body stile muta in neoprene con cerniera, un abito ripreso dal mondo del rugby con colletto staccabile, felpa con stemmi, top bustier nero con cabochon, pantaloni da jogging a righe o anche berretto con la scritta “Saint Honored”.

Ba&sh si concentra suPotenziamento femminile

Parità di genere, emancipazione femminile, sostegno alla maternità… Con l’atleta californiana Allyson Felix, il marchio Ba&sh ha siglato una collaborazione di alto livello e impegnata, chiamata “Born to move”.

Ba&sh – Ba&sh

Non estranea ai podi olimpici, l’americana Allyson Felix è la sportiva di maggior successo della storia con un record di 31 medaglie mondiali. Grande difensore dei diritti delle donne, nel giugno 2021 ha lanciato il suo marchio di scarpe da corsa Saysh, basato sulle misure femminili (arco alto, diversa struttura del tallone e avampiede più largo), mentre allora i principali produttori di attrezzature semplicemente rifiutavano i loro modelli maschili senza fare il necessario adattamenti.

Membro del comitato olimpico di Parigi 2024, l’atleta ha ideato con il tandem alla guida di Ba&sh, Barbara Boccara e Sharon Krief, paia di sneakers raffinate e molto tecniche realizzate con materiali riciclati pensate per concatenare sprint su asfalto così come maratone quotidiane. Le sneakers verranno rilasciate il 18 giugno.

La Samaritaine ripercorre le leggende dello sport

Con la mostra Leggende dello sport mondialeil grande magazzino parigino La Samaritaine, partner dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Parigi 2024, si trasforma in un gigantesco podio che ripercorre i grandi successi sportivi contemporanei.

Il Samaritano – Il Samaritano

In occasione dei Giochi Olimpici, La Samaritaine ripercorre la storia delle leggende dello sport dal 1910 con una retrospettiva che mette in risalto la collezione privata di Terence Darrigade (un finanziere appassionato di sport), che rende omaggio alle prestazioni e alle emozioni provate durante le imprese degli atleti .

La famosa maglia numero 10 indossata da Zinedine Zidane durante la finale del luglio 1998, la tuta blu reale del pilota automobilistico Alain Prost, la racchetta utilizzata da Roger Federer sulla terra battuta al Roland Garros nel 2009, e perfino la medaglia d’oro vinta dall’atleta Marie-José Perec la finale dei 400 metri di Barcellona nel 1992… Tanti trofei e oggetti simbolici legati ai successi di grandi campioni francesi e internazionali da (ri)scoprire fino all’8 settembre.

Soi Paris mette su un piedistallo il viaggio degli sportivi

In occasione dei Giochi Olimpici di quest’estate, il marchio femminile Soi Paris svelerà il suo progetto “Dépassement de Soi” con diversi formati visivi, mettendo in risalto il viaggio delle sportive francesi impegnate, come un inno alla sorellanza.

Soi Parigi – Soi Parigi

La marca nativo digitale guidata dal duo formato dalle sorelle Julia e Aurélie Boutboul parlerà sui social network con diverse atlete di alto livello per celebrare il loro impressionante viaggio, la loro mentalità d’acciaio e la loro capacità di resilienza. Soi Paris mette in risalto in particolare la storia della pattinatrice di velocità Tifany Huot-Marchand, vittima di un grave incidente in gara che l’ha portata a reimparare tutto, della ballerina dell’Opera di Parigi Eugénie Drion, della corridore Sarah Hamzaoui e della schermitrice Jade Maréchal, della giovane campione europeo di fioretto, essendo anche studente e docente di performance. Allo stesso tempo, la collezione estiva del marchio si adorna di una nuova stampa colorata chiamata “Victoires” per celebrare tutte le vittorie della vita quotidiana delle donne.

Circle Sportswear e Saint James corrono mano nella mano

Il brand parigino di sportswear ha firmato con il brand normanno Saint James una capsule collection pensata per gli sport outdoor, e anche di notte, con pezzi caratterizzati da strisce riflettenti.

Circle Sportswear e Saint James – Circle Sportswear

T-shirt termoregolanti, leggings antibatterici, pantaloncini traspiranti… Questa collezione da uomo pensata per le sessioni di sport all’aria aperta, che dichiara di essere eco-responsabile al 100%, è stata progettata in Europa con materiali riciclati (bottiglie di plastica) e fibre di legno (. da foreste gestite in modo sostenibile). Per la campagna che mette in risalto gli ambasciatori dello sport Michel Biel e Ève Dumon, le due griffe francesi hanno scelto il villaggio di Saint-James (Manica) come location per le riprese, in un clima tipicamente normanno. Avviso agli appassionati di corsa, Circle, il marchio fondato da Romain Trébuil nel 2020, che ha aperto un pop-up a Parigi all’inizio dell’anno, propone ogni mercoledì sera nella capitale allenamenti di corsa guidati da atleti amici del marchio.

Comptoir des Cotonniers immagina una capsula tricolore

Il marchio Comptoir des Cotonniers collabora con cinque atlete francesi (quattro delle quali parteciperanno alle Olimpiadi del 2024) per incarnare il suo guardaroba femminile casual chic e co-creare una capsule blu-bianco-rossa.

Contrafforti in cotone – Contrafforti in cotone

Nelle sue serie di moda e documentari Storia dell’atleta, la griffe originaria di Tolosa fa appello ai suoi ambasciatori sportivi: la ciclista Pénélope Leprévost (sopra), sua figlia Eden Leprévost, anche lei campionessa di equitazione, Johanne Defay, la migliore surfista d’Europa, Cassandre Beaugrand, vicecampionessa del mondo di triathlon, e Loana Lecomte, vicecampionessa del mondo di mountain bike. Tante donne stimolanti, tra umiltà e straordinaria perseveranza. Bonus: Comptoir des Cotonniers commercializza una capsule (serie limitata) nei colori della bandiera francese, progettata in codice con il marchio di lingerie Princesse Tam Tam e questi atleti, che comprende magliette, felpe e sciarpe blu-bianco-rosse.

Etam

Per celebrare lo sport femminile, la marca Etam accoglie nuove atlete francesi nel suo pool di ambasciatrici che comprendeva già la tennista Caroline Garcia, alla ricerca del Grande Slam quest’estate: il capitano della squadra francese di pallamano Estelle Nze Minko, la medaglia di bronzo di judo Audrey Tcheuméo, la campionessa europea inglese di boxe 2023 Amina Zidani, Gwladys Lemoussu che si distingue nel para triathlon e Lauriane Nolot la campionessa mondiale di kitesurf.

Etam – Etam

Questi sei atleti hanno immaginato per questa capsule Etam uno spogliatoio ispirato alla loro disciplina, progettato per incoraggiare l’autorealizzazione tra gli appassionati e i sostenitori dello sport. In programma: pantaloncini da ciclista bianchi, reggiseno asimmetrico rosso, leggings modellanti blu, slip tecnici nero corvino…

Tutti i diritti di riproduzione e rappresentazione riservati.
© 2024 FashionNetwork.com

-

PREV “A Big Old Fire”, il folk-pop sommesso e melodico di The Company of Men – rts.ch
NEXT Meghan Markle: questo accessorio che servirebbe a mandare un messaggio significativo alla famiglia reale