le mamme mettono alla prova i migliori e i peggiori regali per la Festa della Mamma

le mamme mettono alla prova i migliori e i peggiori regali per la Festa della Mamma
le mamme mettono alla prova i migliori e i peggiori regali per la Festa della Mamma
-

Questa domenica, 26 maggio, la Francia celebra la tradizionale festa della mamma. Fiori, cioccolatini, piccoli oggetti fatti a mano o grandi bottini… Le madri raccontano a BFMTV.com i regali migliori e peggiori che hanno ricevuto dai loro figli durante questa celebrazione dell’ultimo fine settimana di maggio.

Più di 10 anni dopo, Cécile non può fare a meno di ridere quando vede sua figlia di 4 anni uscire dall’asilo con il suo grande dipinto deforme sotto il braccio. Quell’anno, la mamma della piccola Lynaïs ricevette un regalo piuttosto insolito per la festa della mamma: un grande foglio A3 dipinto di rosso su cui erano incollate delle semplici posate di plastica bianca.

“Con le altre mamme degli studenti ne abbiamo riso per mesi! Nessuno assolutamente capiva il concetto di quest’opera d’arte… e anche cercando di far parlare i nostri figli non siamo mai riusciti ad arrivare alla fine della storia”, racconta in modo esilarante questa madre di tre bambini della Val d’Oise.

“Il mio regalo è schiacciato sul fondo del suo zaino”

Cécile a tout de même conservé la triste oeuvre d’art plusieurs années au fond d’un bureau, par acquis de conscience… jusqu’à ce que celle-ci se fasse suffisamment oublier pour disparaître mystérieusement à l’occasion d’un mossa. Oggi quasi si rammarica di non averlo conservato per poterne ridere con la figlia adolescente, di quasi 16 anni.

Un foglio A3 dipinto di rosso, su cui sono incollate delle posate di plastica: un regalo per la festa della mamma a dir poco originale. -BFMTV

Collane di pasta, tasche di cartone e altre sculture di pasta di sale… La festa della mamma fa rima con i tradizionali regalini fatti a mano, cioccolatini o anche un mazzo di fiori. Ma con i bambini più piccoli, le cose non vanno sempre come previsto. Un anno, Cécile fu sorpresa di scoprire il suo regalo per la festa della mamma – o ciò che ne restava – schiacciato sul fondo dello zaino di sua figlia.

L’anno scorso, Tamar Pogue ha visto arrivare suo marito e suo figlio di 3 anni con un mazzo di rose rosse completamente appassite. “Mio marito sembrava dispiaciuto”, dice questo insegnante di inglese a Saint-Cyr-sur-Mer (Var). E per una buona ragione il bambino non voleva arrendersi: voleva offrire a sua madre questo specifico bouquet e non un altro.

“Per fortuna ho il senso dell’umorismo!”, scherza oggi questa madre britannica di 33 anni, che precisa che suo figlio aveva ancora diritto a “un grosso bacio”.

Il valore sentimentale dei regali spazzatura

Se gioielli, vestiti e altri prodotti di bellezza vanno di moda ogni anno, il sociologo Ronan Chastellier, specialista in tendenze dei consumi, osserva che in famiglia “i ‘regali spazzatura’ hanno effetti molto potenti in termini di tenerezza”. Ogni anno, Malika Braconnier è felice delle piccole creazioni che può ricevere dai suoi bambini di 6 e 12 anni, non importa quanto possano essere pazzi.

Negli ultimi anni questa mamma di 37 anni ricorda di aver ricevuto un piccolo acchiappasole da appendere alla porta o alla finestra, una scatola di fazzoletti decorata sul tema del mare o anche un piccolo vaso fatto e dipinto a mano con un barattolo di vetro (vedi fotografie). Piccole decorazioni che colloca ai quattro angoli della sua casa: un modo per questa madre divorziata di pensare ai suoi figli quando sono a casa del padre.

La scatola di fazzoletti a tema marino e il vasetto ricevuti da Malika Braconnier per la Festa della Mamma. -BFMTV

“C’è un lato ambivalente della cosa: da un lato, a volte è più toccante vedere che tuo figlio ha dedicato del tempo a realizzare qualcosa di personalizzato e unico”, spiega lo specialista. “D’altra parte, è vero che alcuni di questi ninnoli possono tendere ad accumularsi e a prendere polvere nel fondo di un armadio.”

Ecco perché nella primavera del 2022, Elisa Joseph ha fatto a sua madre quello che considera il regalo più bello che le abbia mai fatto: è arrivata quel giorno con un cucciolo in braccio. Due anni dopo, Christine, una pensionata di 60 anni, parla ancora regolarmente di questa sorpresa. “È stata una sorpresa totale per lei, non se lo aspettava assolutamente”, dice sua figlia, che non dimenticherà mai le stelle negli occhi di sua madre quando ha scoperto il piccolo Brittany Spaniel.

Il regalo peggiore è senza dubbio l’oblio

“Ha un valore inestimabile: è un amore incondizionato, non è materiale e ancora oggi la piccola Django la segue ovunque. Avevo centrato il punto perché mia madre è una persona piuttosto solitaria e aveva appena perso il suo cane”, continua Elisa, una hostess di ristorante di 24 anni a Narbonne (Aude).

Le mamme intervistate sono comunque unanimi: il regalo peggiore resta quello che non esiste. Due anni fa, ad esempio, il marito e i quattro figli di Cécile Driutti saltarono completamente gli auguri di buona festa della mamma. “Non una parola, non un regalo. Niente. Mi ha rovinato un po’ la giornata”, ammette questa lavoratrice autonoma di 42 anni che vive vicino a Rennes (Ille-et-Vilaine).

“È un po’ doloroso e deprimente pensare che portiamo tutto il peso mentale della famiglia tutto l’anno e che veniamo dimenticati l’unico giorno in cui dovrebbero avere un po’ di attenzione per me”, dice questa casalinga.

Ripensandoci, Cécile ricorda di aver provato più risentimento per il marito che per i suoi figli, che all’epoca avevano tutti meno di 11 anni. “Aveva aggiunto acqua al gas tra noi, sì… Soprattutto perché questi sono il tipo di rimproveri che continuiamo a sollevare durante le discussioni.” Fortunatamente, da allora la sua tribù ha avuto molte opportunità di mettersi al passo: in particolare l’anno scorso con un’incredibile coreografia meticolosa, provata per giorni sotto l’occhio vigile del padre. Cosa avevano in serbo per lui questa domenica?

Giovanna Bulant Giornalista BFMTV

I più letti

-

PREV Adriana Karembeu in abito metallico (e a piedi nudi!) di fronte a una Miss Francia trasparente al festival di Monte-Carlo
NEXT Prezzo del legno: sicuramente l’Arabia